lunedì 7 maggio 2012

ll ritorno delle Brigate rosse: gambizzato dirigente di Ansaldo nucleare


Roberto Adinolfi, l'amministratore delegato di Ansaldo nucleare, 53 anni, è stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco, stamane intorno le 8 del mattino, in via Montello a Genova.  L'uomo è ricoverato in ospedale, ma non sarebbe in pericolo di vita. il proiettile gli ha fratturato l'osso della tibia.
A sparare, secondo le prime testimonianze raccolte dagli investigatori, sarebbero state due persone a bordo di uno scooter e con il casco integrale, che hanno avvicinato Adinolfi quando era vicino a casa in compagnia del figlio.

La dinamica dell’attentato a Roberto Adinolfi, avvicinato da due persone a bordo di uno scooter e ferito alle gambe, suggerisce una matrice di tipo eversivo secondo gli inquirenti che però aggiungono il classico  «non si escludono altri moventi». Al momento non sarebbe giunta alcuna rivendicazione per l’attentato, ma si indaga negli ambienti anarchici. «Sono cose che non si commentano». Così il ministro del Lavoro, Elsa Fornero a margine di un convegno sull’apprendistato organizzato dalla Regione Piemonte, a proposito del ferimento del manager Ansaldo.

6 commenti:

fracatz ha detto...

oramai sono avvenimenti fuori della realtà
i veri nemici del bobbolo non sono più i dirigenti metalmeccanici o confindustria, ma tutto il parassitismo statal-burocratico che costa molto di più e che ha ingessato il paese.

Alessandro ha detto...

Come la Storia insegna (ma noi non impariamo mai) sempre, nei momenti di crisi economica e di valori, emergono gli aspetti demenziali, bestiali dell'essere umano, però...guarda che strano: gli obbiettivi di coloro che compiono gesti, certo esecrabili comunuqe, estremi, sono sempre dalla parte opposta a quella che, teoricamente e sempre con disgusto, dovrebbe essere colpita: se crisi c'è, se il lavoro manca, ce la si dovrebbe prendere con i (presunti) responsabili di ciò: banchieri, grandi speculatori e roba del genere, e invece? invece si colpisce un dirigente di Ansaldo Nucleare!!! tra l'altro in Italia di nucleare non se ne parla nè se ne parlerà mai oltre che in chiacchiere di salotto....e allora? vi fricordate quando le Br colpivano sindacalisti, politici moderati etc.? mmmhhh, non sarà che qualcuno, come la solito, pesca nel torbido per sviare il "popolo bue" e convincerlo che bisogna tornare ai poteri forti? come se non bastassero quelli POTENTISSIMI della finanza che ormai impera, non regna, impera...bah, c'è da riflettere, condannando senza se e senza ma (inflazionata eh?) qualunque violenza, da qualunque parte venga...

Kalsifer ha detto...

Questo è un messaggio da ascoltare e da condividere. Fino a che c'è ancora tempo per fare qualcosa.

Il Magistrato Paolo Ferraro lancia un appello al Nuovo Ordine Mondiale

Gianmaria ha detto...

Matrice eversiva è automaticamente uguale a brigate rosse?
Aspetterei di leggere qualche eventuale rivendicazione prima di lasciarmi andare a facili associazioni.

Questa si chiama disinformazione.

Mattia Rondinelli ha detto...

Bravo GianMaria,
questo è l'ennesimo articolo di disinformazione messo in rete dal fenomeno di turno in questa miriade di nuovi blog sorti come funghi dopo la caduta del Nano.
Non scrivete cose senza avere fonte,non mettete una bugia nel titolo per avere più click su Twitter o FB.
Italiani!!!Difendiamo Internet Bene Comune,terzietà e affidabilità delle fonti,punto di vista neutrale.
Il giornalismo offline dei leccaculo è finito se lo fai online.

Fabio ha detto...

Anche quando uccisero Biagi e D'Antona si doveva essere prudenti a parlare di BR? Questi sono estremisi che ovviamente uccidono i funzionari, i tecnici del lavoro, i sindacalisti perchè è la loro moda, sono i loro obiettivi