domenica 4 settembre 2011

Pubblicità occulta per la cricca nelle Fiction Rai

In un caldo sabato di fine estate può capitare di passare la mattinata sbracati nel letto pigramente e di imbattersi in una fiction RAI.  E’ quanto mi è successo ieri  3 settembre.
Non so perché ho cominciato a guardare su Rai Uno la replica di una puntata di “Provaci ancora prof 3” con Veronica Pivetti. L’attrice interpreta il ruolo di una professoressa-moglie-mamma che aiuta un amico poliziotto nell’indagine su un delitto.
A un certo punto c’è una scena in cui la figlioletta chiede alla Pivetti di andare in piscina.
Nonostante il torpore sono sicuro di aver sentito la bambina citare uno “Sport Village” sulla Salaria dove avrebbe voluto iscriversi.
Salaria + Sport Village uguale Diego Anemone, la cricca.
Proprio quel Salaria Sport Village di Diego Anemone, diventato famoso per “le favolose massaggiatrici”, come le decantava nelle intercettazioni telefoniche, a disposizione giorno e notte di Bertolaso.
Il Diego Anemone che regala le case al ministro Scajola, quel Claudio Scajola che poi affermerà davanti ai magistrati di non essere a conoscenza del fatto che l'appartamento dove abita a Roma gli era stato regalato.
La fiction continua.
Fortunatamente la ragazzina non verrà iscritta al troppo esclusivo e costoso centro sportivo perché la famiglia non può permetterselo, però comunque nel corso del seguito della puntata la Pivetti visiterà lo Sport Village che sarà citato più volte.
Non avendo mai ricevuto inviti dalla cricca non sono in grado di dire se le scene della fiction fossero davvero girate presso il centro benessere di Diego Anemone ma sono certo che si sia trattato di un evidente caso di pubblicità occulta, una mega-spot di incalcolabile valore in una fiction che raggiunge milioni di persone e ovviamente tanti romani.
La serie è stata trasmessa dalla Rai nel 2008 e quindi probabilmente realizzata nel 2007.
Oggi il Salaria Sport Village non ha certo bisogno di pubblicità dopo le ormai leggendarie performances di Bertolaso. Però allora i compari della critica non potevano saperlo e si erano attrezzati.
La cosa d’altronde non dovrebbe stupirci perché la cricca di Anemone e Angelo Balducci tra un appalto e l’altro si occupava anche di tv e cinema. Per esempio brigava per far lavorare Lorenzo, il figlio attore di Balducci o per indirizzare ad amici e amichetti i finanziamenti pubblici per il cinema.
Negli scambi di favori l’allora direttore generale della RAI Masi in una intercettazione pubblicata a suo tempo da Repubblica chiedeva ad Angelo Balducci di «sistemare» Anthony Smith, il fratello della sua giovane e bella patner Susanna.
Neanche un mese dopo Diego Anemone assunse Anthony al Salaria Sport Village.
Questa cricca di amici di Letta e del Vaticano ultimamente l’avevamo persa di vista.
Sapevamo che secondo i magistrati “un´associazione per delinquere ha commesso una serie indeterminata di corruzioni, abusi di ufficio, rivelazioni di segreto d´ufficio, favoreggiamenti, mettendo la funzione dei funzionari pubblici a disposizione di privati imprenditori, tra cui principalmente Diego Anemone e il gruppo di imprese a lui riconducibile” e che “di fatto, i funzionari pubblici hanno operato a servizio del privato e consentito che la gestione degli appalti avvenisse in maniera del tutto antieconomica per le casse pubbliche a favore degli imprenditori”. Ringraziamo la Pivetti che involontariamente per averceli ricordati. Magari qualche magistrato apre un ennesimo fascicolo.

7 commenti:

pingi ha detto...

dai questo articolo è proprio un po' tirato...

LestatITA ha detto...

Ho notato anche io la puntata di ieri e oltretutto non facevano mancare i complimenti all'impianto, facendo notare quanto fosse moderno, efficiente e alla moda... e ho pensato quanto fosse triste tutto ciò

65rev ha detto...

Io lavoro nel settore cinema e non c'è nulla d'illegale, non si chiama pubblicità occulta ma è semplice product placement, ed è uno strumento legale che serve per finanziare film o fiction a breve diverrà legale anche farlo in TV. Poi certo, che su tutte le altre circostanze, non mi pronuncio neanche e non mi meraviglio neppure.

iLManigoldo ha detto...

Casting..

http://eccesatira.blogspot.com/2011/09/la-foto-segnaletica.html

Lou ha detto...

Per non far passare anche la tua come "pubblicità occulta" avresti potuto omettere il nome dello sporting club

pochito's ha detto...

questa mi sembra un po' esagerata come cosa...

daniele gabriele ha detto...

Ci manipolano...
Rimbambarimbambero...
NB ora faccio anch'io un pò di pubblicità "occulta" a questa innocua canzone, ma essa non manipola ma apre la mente.
http://www.youtube.com/watch?v=ve6CPC8p8mE