domenica 25 settembre 2011

Tangenti e mafia: il sistema del ministro dell'agricoltura Saverio Romano

"Saverio Romano e Totò Cuffaro procuravano a vari imprenditori, dietro il pagamento di tangenti, finanziamenti per lavori di vario genere: il meccanismo ben collaudato prevedeva che lo studio di progettazione di Lanzalaco preparava gli elaborati per le gare, i politici mettevano a disposizione i finanziamenti, le imprese si accordavano, la mafia eseguiva i subappalti”.
(deposizione dell' Ing. Salvatore Lanzalaco, il colletto bianco condannato per associazione mafiosa che ha svelato negli ultimi anni i rapporti tra mafia e politica a Palermo)

Totò Cuffaro è in carcere per scontare una pena definitiva di 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Saverio Romano è attualmente Ministro della Repubblica Italiana.

Come mai questa "disparità"?
Insieme ad altri 4 deputati siciliani ex-UDC, Saverio Romano ha salvato il Governo Berlusconi che (dopo la rottura con Fini) non aveva più la maggioranza alla Camera dei Deputati. 
Il 23 marzo 2011 viene ripagato con la nomina a ministro dell'Agricoltura, una postazione dalla quale è possibile gestire miliardi di euro di fondi ministeriali e aiuti comunitari.
In quale buco nero finiranno questi soldi è facile prevederlo.

S.T.

7 commenti:

cooksappe ha detto...

non sapevo!

Rodolfo ha detto...

Nulla di nuovo sotto le stelle!!!

Rodolfo ha detto...

Però, sempre confacenti ai suoi interessi, le decisioni della "Lega". Quindi, ciò che dice oggi non verrà confermato domani!

Mr. Tambourine ha detto...

Be', non una sorpresa.

www.ciclofrenia.it

L'intruso ha detto...

La vita fa schifo...

http://www.schifodivita.com

GGP606060 ha detto...

E leggete anche in generale come funziona il meccanismo degli appalti, lo trovate in un capitolo del libro "La deriva" (il seguito de "La Casta"), che potete leggere gratis su http://giannigirotto.wordpress.com/indispensabili/libri/

earned.biz ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.