lunedì 24 ottobre 2011

L'on. Di Pietro (Cristiano) e l'on. Bossi (Renzo): scopri qual è la differenza

Cristiano Di Pietro è figlio dell'onorevole Antonio Di Pietro.
Oggi è consigliere regionale nel Molise.
2512 elettori hanno scritto sulla scheda elettorale il nome DI PIETRO affianco al simbolo Italia dei Valori DI PIETRO
Renzo Bossi è figlio dell'onorevole Umberto Bossi.
Oggi è consigliere regionale in Lombardia.
11.534 elettori hanno scritto sulla scheda elettorale il nome BOSSI affianco al simbolo LEGA NORD.
Cristiano Di Pietro era un poliziotto da 1200 euro al mese.
Renzo Bossi nemmeno quello è mai riuscito a fare, essendo stato bocciato per due volte all'esame di maturità.
Cristiano Di Pietro ha scalato velocemente la carriera politica, da consigliere comunale a provinciale, ora regionale: diventato famoso per le sue intercettazioni con Mautone, il provveditore ai lavori pubblici del Molise finito in galera, telefonate nelle quali segnalava imprenditori, ingegneri e geometri a cui affidare i lavori, nel periodo in cui il papà era ministro ai lavori pubblici.
Renzo Bossi ha preso invece l'ascensore per salire direttamente sul Pirellone, la sede del consiglio regionale lombardo.
Cristiano Di Pietro ora guadagna 10255,39 euro al mese.
Renzo Bossi invece  ora guadagna 12555,23 euro al mese.
Potete soffermarvi sulle analogie o evidenziare le loro peculiarità.
Lasciando perdere orientamenti e pregiudizi politici, dell'una o l'altra sponda, siete liberi di esprimere qualsiasi giudizio sui
giovani rampolli di famiglia.
Ma di una cosa potete stare certi.
Li troverete entrambi molto presto tra i banchi del parlamento.
Differenti gli schieramenti politici, ma identico il destino già segnato.
E non mancheranno mai di ripetere ad alta voce - da una parte e dall'altra -  quelle parole e quei valori che proprio perchè proferite dalle loro bocche si svuoteranno ancor più di senso e dignità: viva il merito, viva la democrazia, viva la libertà.

s.t.

29 commenti:

robivi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Knightdoom ha detto...

che schifo.. tutti quanti.. un politico, bravo o no, meritevole o meno, dovrebbe guadagnare 3000€ al mese massimo! ma proprio a esagerare e con la condizione di non avere altri lavori. Inoltre, questa gente ladra e menefreghista, occupa delle posizioni di responsabilità, quindi in teoria loro sono responsabili dei casini, invece quando succede qualcosa, è sempre la fascia più bassa a pagarne il prezzo più alto.. ma allora cosa serve essere al vertice? essere i responsabili? a nulla! a casa tutti!

fra ha detto...

una persona che fa politica sul territorio da 15 anni, prima eletto consigliere comunale, poi provinciale e infine regionale, sempre con le preferenze mai inserito in listini bloccati osimili... io il paragone con il trota, 20 consigliere regionale, lo vedo un po' tirato per le orecchie..

Nick Tough ha detto...

d'accordo con Fra. Troppo forzate le analogie. Si può discutere sull' "opportunità" di sponsorizzare la carriera politica del figlio ma indiscutibile la "gavetta" fatta da Di Pietro junior rispetto alla totale vuotezza del giovin padano

mone ha detto...

Spider"sola"truman, hai rotto le scatole, ma ce li vuoi svelare sti segreti oppure continui a scrivere minchiate? Cristiano Di Pietro fa politica da 15 anni e fa scalpore ora questa notizia? Sei uno schifoso, caro truman e quelli che ti seguono sono solo dei beoti ignoranti. Vedi di fare uno scoop degno altrimenti hai vita breve, molto breve!

Samantha ha detto...

Ma mi domando... spidertruman, tu sei completamente scemo oppure sei in malafede... cristiano fa politica da anni ormai e tu te ne esci solo adesso con questo scoop incredibile? Ma veramente la gente che ti segue è totalmente cerebrolesa, altrimenti avresti due accessi in questo tuo sito, quello di tua madre ed il tuo!

-Doc- ha detto...

@Samantha

cosa ti sfugge dal seguente testo:
"Cristiano Di Pietro ha scalato velocemente la carriera politica, da consigliere comunale a provinciale, ora regionale: diventato famoso per le sue intercettazioni con Mautone, il provveditore ai lavori pubblici del Molise finito in galera, telefonate nelle quali segnalava imprenditori, ingegneri e geometri a cui affidare i lavori, nel periodo in cui il papà era ministro ai lavori pubblici. "

Cristiano segnala imprenditori a uno finito in galera mentre TONINO era Ministro..... nessun conflitto d'interesse...NESSUNO.

Kalsifer ha detto...

Via la Casta da Montecitorio, Gaetano Ferrieri fa partire le assemblee costituenti territoriali

CIX ha detto...

Colpa di chi li ha votati.

Viaggiare ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Viaggiare ha detto...

Democrazia Web

Cauto ed Esagerato ha detto...

Sino a quando il popolo voterà questi personaggi, non potrà che rendersi conto come vanno le cose in Italia. Lamentarsi è ormai una consuetudine, ma trovare le soluzioni per ottenere un futuro migliore sembra ormai un utopia. Bisogna radere al suolo le attuali norme che regolano l'eleggibilità e trovare un sistema che consenta una giusta eleggibilità e rapppresentabilità.

MAX ha detto...

I conti nn tornano! In un paese di 6000 persone ha preso il 20% dei voti, è tantissimo. La gente che lo vede tutti i giorni l'hanno votato di brutto. Nel Molise è stato il più votato del centrosinistra... PRIMO.
Parlate di etica pubblica, che deve essere rigidissima o di meritocrazia, e vi dimenticate della tenutaria dell'olgettina che fà la consigliere regionale che è stata eletta senza preferenze e messa in una lista bloccata (800,000 euro in 5 anni) che smistava il traffico delle ragazzine che ballavano la LAPDANCE e la paragonate ad un ragazzo di qualità che in 12 anni ha fatto battaglie, fondato circoli, sezioni, cha ha fatto volantinaggio ha attacato manifesti,ha fatto comizi ha preso voti candidandosi anche in circoscrizioni non sue, si è candidato al comune ha rappresentato i cittadini andando in giro ai mercati e nelle piazze e voi lo paragonate all'igienista dentale che l'unica cosa che ha fatto è stata la pulizia dei denti a Berlusconi. Il trota manco quello ha fatto. Ma pensate che non si capisca che invece state affondando e chi vi tira giù se ne frega altamente di voi considerandovi oggetti di carne, AUGURI e tappatevi il naso che sennò entra l'acqua e c'è il rischio che vi si lavi la coscienza... MAX

Spidertruman ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Spidertruman ha detto...

Caro max Il paragone era con bossi renzo che c'azzecca la minetti?

MAX ha detto...

Stranamente ve la siete dimenticata, ah ho capito, forti con i deboli e deboli con i forti...

Filippo ed altri.. ha detto...

Una domanda :
come pensano di ridare tanto per poter dire "questi soldi ce li siamo guadagnati onestamente". Un operaio dopo anni alla catena di montaggio o in altro posto percepisce circa 1200 euro mese e deve soddisfare ogni esigenza.
Sostengo che se l'operaio avesse avuto un parente politico avrebbe fatto altro.

De Magistris che avverte la scelta politica (pater familia) errata di Di Pietro prende le distanze dal partito.

Di Pietro ha dato al figlio un futuro che non gli spettava e Di Pietro politicamente pagherà questo errore alle prossime elezioni.

Sono daccordo con Samantha che non si può fare un confronto tra un asino ed un mulo, od una trota ed un cefalo, come si preferisce.

Steve Zot ha detto...

...meriti personali a parte che sono opinabili... non è opinabile che entrambi guadagnano più del presidente della regione toscana...

Stefano W. Pasquini ha detto...

Sarebbe colpa di chi li ha votati se l'Italia fosse una democrazia.

dtb2731975 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
dtb2731975 ha detto...

icchè posso dire beati loro !! D'altronde quale genitore non vorrebbe il meglio per il proprio figlio,anche se il figlio è un incapace. A noialtri non ci resta che l'invidia di non avere un padre leader di un partito.

Alfio ha detto...

Ma dai i due hanno fatto percorsi di vita differenti............. quale giovane idiota o ignorante che sia, si ritroverebbe con più di 10 mila voti in regione???? il padano non merita assolutamente di stare là, almeno il secondo sa cosa significa guadagnare 1200€ lavorando.
Ma entrambi non vanno ''PREMIATI'' con 12 mila Euro al mese. PURTROPPO DICO POVERA ITALIA

Salvo ha detto...

E di chi è la colpa , se quei due mentecatti ricoprono quel posto ??? e nostra degli elettori , la stragrande maggioranza degli italiani cosa fa , li sta a guardare e a commentare invece di prenderli a pedate in culo (nel vero senso della parola)!!!! Siamo bravi tutti a lamentarci , ma alla fine non facciamo nulla per cambiare sta situazione che va avanti da sempre, lasciando stare i due coglioni in esame . Scusate , poi lavorando non li prendi quella cifra... LAVORANDO ....

giopallo1 ha detto...

non voterò mai un DiPietro, mai!!!!!

danny ha detto...

Eppure, osservando tutti questi figli di politici in politica, mi viene in mente il Duce, che, assieme ad Hitler, ha distrutto l'Italia, oltre che il resto d'Europa e parte dell'Africa, ma nessuno dei suoi figli maschi si è dato alla politica!
ing. mag. Domenico Nociti

Giorgio ha detto...

Monti ha detto che eliminerà i privilegi cominciamo da questi due campioni

Markus De cuba ha detto...

italia de mierda

el nino ha detto...

Ragazzi però vorrei dire una cosa, a differenza dei parlamentari i consiglieri regionali vengono scelti , indicando sulla scheda elettorale i loro nomi, la domanda che mifaccio è:
MA CHI SONO QUELLE 11000 TESTE DI CAZZO CHE HAANNO VOTATO QUELL'IGNORANTE DEL FIGLIO DI BOSSI?

peperita ha detto...

a dire il vero nessuno di questi due ha beneficiato del porcellum, per cui chi li ha sistemati non sono i loro genitoi ma gli italiani che hanno espresso per loro la preferenza. Cerchiamo di non dimenticarcene