lunedì 30 gennaio 2012

Il Parlamento italiano costa più di Germania, Francia, Spagna e Inghilterra messi insieme

E' un dato impressionante e la cosa sconcertante è che non sono solo gli stipendi dei parlamentari a determinare questo effetto, anzi!
I parlamenti di Germania, Inghilterra, Francia e Spagna tutti insieme costano un miliardo e mezzo di euro l'anno, quello italiano 1,66 miliardi. E pesa sui cittadini per una media di 27,15 euro, tre volte più che in francia (8,15 euro), sette volte più che in Germania (poco più di 4 euro) e addirittura dieci volte la Spagna (3,14 euro pro-capite).
Ma la cosa che sorprende è che questo costo abnorme non è figlio solo dei privilegi della Casta ma di quelli della burocrazia parlamentare. Un esercito di stenografi e "commessi" in dimensione industriale, programmato quando dopo la seconda guerra mondiale si pensava che il parlamento italiano, simbolo della ritrovata democrazia, dovesse stare aperto 24 ore, essere sempre accessibile. Oggi chiude già alle 22 ma i costi restano, perchè questi alti burocrati a volte accumulano stipendi annui superiori perfino ad alcune cariche dello Stato...

3 commenti:

Mr. Tambourine ha detto...

In qualche modo è un primato, dai.

www.ciclofrenia.it

manwell77 ha detto...

Da questo punto di vista i record sono numerosi! Già anticamente si era fatta notare la "riservatezza" del bilancio del parlamento e la sua assoluta non trasparenza. Come mai ?

http://aghost.wordpress.com/2007/05/12/se-il-quirinale-costa-quattro-volte-buckingham-palace/

GGP606060 ha detto...

Informatevi bene sui mille soprusi, corruzioni, privilegi, sprechi, clientelarismi, truffe, ritardi ed inefficenze de "La Casta" leggendo il libro omonimo e il suo seguito "La deriva", che trovate gratis, sotto forma di ampia sintesi, su http://giannigirotto.wordpress.com/indispensabili/libri/