lunedì 6 febbraio 2012

Ci si mette anche la Cancellieri: "gli italiani vogliono il posto con mamma e papà"


La Cancellieri rilancia: «Italiani fermi al posto fisso vicino a mamma e papà»... Ci mancava solo lei...

MILANO - «Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà». Lo ha sottolineato il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri in una intervista a Tgcom24. Per il ministro sul posto fisso «è nata una querelle frutto di una fretta d'interpretazione. Il mondo moderno ha grandi esperienze di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso». La Cancellieri era intervenuta in seguito ad una domanda sulle parole pronunciate dal presidente del Consiglio, Mario Monti, che lo scorso 2 febbraio, a Matrix aveva definito monotono il posto fisso a vita. «Monti ha voluto sdrammatizzare - ha tagliato corto la responsabile del Viminale -, non è stato fatto per mancanza di rispetto verso nessuno». Sarà...

17 commenti:

henderson ha detto...

Ha ragione. L'esempio più calzante però è quello della figlia della sua collega Elsa Fornero..

Marco ha detto...

Questo Blog è davvero diventato ridicolo, prima scrivi 10.000 pettegolezzi sugli iPad comprati dalla regione Lombardia (tutte le aziende che si rispettino hanno a disposizione questi strumenti tecnologici, poi se li usano per giocare ad Angry Bird purtroppo è un altro brutto paio di maniche) ora inveite contro una persona che magari, nonostante qualche spintarella, dimostra si possedere delle valide competenze e un cospicuo bagaglio di conoscenze (http://sharepdf.net/view/49585/silvia-deaglio-curriculum-vitae-aprile-2004 curriculum della signorina Deaglio Fornero).
La verità è che voi come la maggiorparte degli italiani fino a quando non vedrete alla gogna l'intera classe politica non smetterete mai di muovere critiche tanto fondate quanto infondate.
I 2/3 degli uomini politici italiani fanno ribrezzo, ma voi ne fate ancor di più in quanto trovate il vostro vero punto di forza nell'ignoranza delle persone che, essendo estranee a queste faccende e non riflettendo profondamente, si limitano a sparare a zero fomentando solo chiacchiere da bar prive di qualsiasi contenuto.
Avete iniziato il vostro operato sotto le vesti di "Boia" di quel fallimentare governo Berlusconi, adesso vi siete trasformanti in fomentatori delle masse, gente che per rimanere nell'occhio del ciclone "schioffa" in prima pagina qualsiasi sorta di notizia spazzatura.
Meritate dei complimenti vi siete adattati agli standard italiani di quasi tutti gli altri mezzi di informazionen in parole povere qualunquisti, di parte e spesso superficiali.
Adesso, con la certezza di non ricevere mai una risposta coerente alle mie contestazioni, smetterò di seguire le vostre scialbe notizie.

Gianfra_61 ha detto...

Per quella che è la mia esperienza con neolaureati o anche giovani laureati, non ha detto una bestialità!

Negli istituti superiori non riescono più a saturare i posti per gli scambi all'estero, con ospitalità nelle famiglie, perchè i ragazzi si lamentano del vitto, del letto, del fatto che devono usare una lingua straniera(!), per cui quelli dell'anno successivo non ci vogliono andare.

D'altronde, da adolescenti che vengono accompagnati da mamma e papà a scuola, in palestra, e per ogni dove, che spirito di avventura possiamo pretendere?

LUCCAnelCUORE ha detto...

Il ministro dell'Interno - spiega la Rete della Conoscenza - evidentemente non conosce i dati sull'emigrazione degli italiani. Nell'Unione Europea l'Italia è ormai il secondo Paese - dopo la Romania - per cittadini emigranti. Sono tantissimi i giovani coinvolti dal fenomeno migratorio, sia interno che estero. Ministro Cancellieri, altro che posto fisso a casa con mamma e papà. I giovani italiani emigrano anche troppo!

fonte ansa

pay4gain ha detto...

è ora di andarli a prendere a bastonate a cominciare di quella sgualdrina della figlia della fornero.
PS: marco l'italia è in rovina perchè ci sono persone come te. Dobbiamo ripulire l'italia da quelli come te

peppe ha detto...

ma addo ste cas sta paper!!!

White ha detto...

I migliori (i famosi cervelli in fuga) sono già emigrati da un pezzo, spesso molto lontani da mammà e papà...presto se ne andranno quelli bravi, e poi quelli mediocri! Chi resterà tra 10 anni in questo Paese?
Non so, io ci provo con tutto il cuore a a sperare che il governo Monti riesca a fare veramente qualcosa, ma queste uscite mi fanno cadere le braccia (per non essere più scurrile)...

@Marco: pettegolezzi...mah, immagino che avrai ragione, ma certe cose veramente non si dovrebbero leggere (non perchè non si devono scrivere, ma perchè NON DOVREBBERO ESISTERE!!!!) nel 21simo secolo.

@Gianfra61: per la mia (seppur piccola) esperienza i giovani viaggiavano e viaggiano parecchio in Europa, non si fanno troppi problemi. Non credo che si il caso quindi di generalizzare!

Per tutti (e soprattutto la Cancellieri): i giovani amano stare a casa propria, per una serie di ragioni, spesso serie: innanzitutto si risparmia l'affitto, costo non di poca importanza! Secondariamente, se vanno ad abitare da soli spesso cercano casa non troppo lontano, anche per motivi logistici: la "rete" sociale della famiglia è sempre stata fondamentale nella storia d'Italia, e lo è ancora; pensiamo ad esempio ai nonni che badano ai bambini in età prescolare, non tutti si possono permettere di pagare 500-600 euro al mese l'Asilo Nido! Va da sè che se si abita a 500 km dal "nido materno" è un pò difficile affidarsi all'aiuto dei nonni...
Ma è tanto difficile capire questo?

erminia ha detto...

BENISSIMO: COMINCI LEI A DARE IL BUON ESEMPIO, così potremo esserne convinti ... ma no, non credo rinuncerà al suo "POSTO FISSO" e ben pagato (da NOI!) aggiungerei.

erminia ha detto...

... e va di moda fra personaggi della nostra amministrazione pubblica prendere lo stipendio pagato dai cittadini per fare qualcosa + (PIU') un secondo compenso per fare l'opposto: CAPITE?!!!

Luigi ha detto...

@marco @Tutti.... Bell'analisi, la colpa della crisi italiana è nel posto fisso vicino casa...Tra il 1990 ed il 2005 2 milioni di meridionali sono emigrati per lavoro (senza posto fisso e lontani da casa), vedo che l'effetto è stato proprio quello atteso dalla ministra! Prima Germania e USA sono stati la terra promessa! Purtroppo la verità, è che chi ha un posto fisso vicino casa è una minoranza e non è certo causa del male! Il legame con il posto in cui si vive, la speranza di rimanerci e di vederci crescere i propri figli, è ciò che può invece incentivare l'impegno delle persone! Purtroppo credo che questa galleria dei luoghi comuni serva esclusivamente a dividere il paese prima di manovre che meriterebbero la rivolta!

freddie ha detto...

Ha completamente ragione. Finalmente dei membri del governo che dicono le cose come stanno, anziché fare campagna elettorale 365 giorni all'anno. Purtroppo in italia non siamo abituati a questo genere di affermazioni da parte degli uomini e donne di potere,così, quando qualcuno dice qualcosa di serio, le reazioni del popolino sono sempre tra le più assurde. colpa anche dei blog,come questo, che danno notizie senza senso,come questa, che, ripeto, sta cadendo sempre più in basso.

Emilio ha detto...

Come sempre occorrono "Numeri", dati, fatti e non parole. Che la "mobilità" della forza lavoro da noi sia bassa è un fatto. Da ex manager ho avuto difficoltà a spostare i collaboratori sul territorio, e non solo per mamma e papà, anche soprattutto per fidanzate divenute poi mogli e madri. Le neo-mamme resistono e vogliono essere vicino alla famiglia, soprattutto al sud.
Aggiungiamo poi che il trasferimento comporta costi e cambio di amicizie, abitudini. Se è dalla provincia verso le grandi città è ancora più difficile.Se poi uno vive in una cittadina tra le migliaia della nostra magnifica provincia, ha un buon lavoro e vita sociale accettabile, chi lo muove? Siamo stanziali, anche perché ci piace stare come stiamo. Storia docet.

pay4gain ha detto...

@FREDDIE.

hai il culo al caldo nevvero ?
NOI NON GARANTITI ODIAMO QUESTO GABINETTO MONTI

pay4gain ha detto...

@EMILIO
sei vecchio ti si vede dalla foto.
Voi vecchi avete rovinato questo paese.
VI ODIAMO.

freddie ha detto...

pay4gain,
ecco, tu sei proprio lo stereotipo del genere di persona a cui mi riferivo: a 2 ragionamenti, miei e di emilio, invece di dire la tua e criticare in modo costruttivo, apri la bocca in maniera offensiva verso emilio ed insinuante nei miei confronti...se per "avere il culo al caldo" intendi che sono un raccomandato o in qualche modo certo del mio futuro, beh ti sei sbagliato. se vuoi essere preso sul serio dalle persone, cerca di ragionare, invece di sbraitare, altrimenti sembrerai un deficiente! ciao ciao

Mr. Tambourine ha detto...

Se stessi a seguire il posto co' mamma e papà starei ancora peggio di quanto stia ora.

www.ciclofrenia.it

LNFAW ha detto...

http://suntura.ru/