lunedì 13 febbraio 2012

Deputati fanno ricorso in difesa dei vitalizi: vi prego di annotare i loro nomi

ECCO LA LISTA DI DEPUTATI CHE HANNO PRESENTATO RICORSO CONTRO I TAGLI AI VITALIZI PARLAMENTARI (per ulteriori info clicca qui)









Lega Nord
Elisabetta Castellazzi (nata a Milano nel 1966)
Franca Valenti (Milano, 1959)
Roberta Pizzicara (Milano, 1955)
Diana Battaggia (Venezia, 1966)
Enrico Cavaliere (nato a Venezia nel 1958, deputato sia nella XII che nella XIII legislatura)
Oreste Rossi (Alessandria, 1964, deputato nell’XI, XII e XIII legislatura)
Alberto Bosisio (Lecco, 1953)
Francesco Stroili (Venezia, 1954)
Edouard Ballaman (Vallenried, 1962)
Flavio Bonafini (Brescia, 1953)
Fabio Padovan (Conegliano, 1955, deputato nell’XI legislatura)
Salvatore Bellomi (Robecco D’Oglio, 1952)
Roberto Asquini (Udine, 1964, XII e XII legislatura)
Giulio Arrighini (Brescia, 1962, XI e XII legislatura)
Ulivo
Michele Cappella (XIII legislatura, nato in provincia di Catania nel 1953)
Antonio Borrometi (XIII legislatura, nato a Modica nel 1953)
Ugo Malagnino (XIII legislatura nato a Manduria nel 1952)
Forza Italia
Emanuela Cabrini (XII legislatura nata a Piacenza nel 1961)
Paola Martinelli (XII legislatura, nata a Parma nel 1955)
Alleanza Nazionale
Domenico Basile (XII legislatura, nato a Vibo Valentia nel 1952)
Daniele Franz (XIII e XIV legislatura, nato a Udine nel 1963)

26 commenti:

gra ha detto...

che si vergognano

Mr. Tambourine ha detto...

Ma perché alcuni del PD sono scritti più piccoli? :)
Scherzi a parte, c'è un nome che è un programma, un nuovo supereroe: BALLA MAN.

www.ciclofrenia.it

oltre ha detto...

noto che di tutti questi nomi non c'e ne uno che conosco. Probabilmente questi sono piu scrocconi degli altri, non fanno un cazzo piu degli altri e rompono i coglioni piu degli altri. Nomi sconosciuti. Scommetto che se controllo uno ad uno hanno un livello altissimo di assenteismo

Paolo Ceri ha detto...

possibile mai che si faccia sempre di tutta l'erba un fascio?

riporto per completezza di informazione una lettera di Martino Dorigo in merito al suo ricorso.

Non necessariamente un ricorso ha come scopo quello di mantenere un privilegio, quindi sarebbe il caso che prima di pubblicare una lista di nomi, entraste nel merito del ricorso stesso. Se no il suo lavoro diventa qualunquista e perde di valore.

Caro Ferrero,
era giusto precisare che dal 1995 non sono più iscritto al PRC, ma non dovevi pronunciarti contro la "posizione di Dorigo" senza conoscerla, questo ti è servito per evitare qualche piccola ombra derivante dalle speculazioni giornalistiche sul mio ricorso, ma non fa onore alla tua serietà: rifuggo la politica da quasi 20 anni, e perciò ho rinunciato a qualsiasi replica ai giornalisti ciarlatani, però non rinuncio a chiedere le tue scuse, se hai la umiltà di uomo del popolo; mi bastano personali, non politiche o pubbliche: perciò ti allego una mia nota, inviata non ai media, ma solo agli amici perchè non perdano la loro stima, che è l'unico patrimonio che ho.

" Non ho presentato ricorso per difendere il vitalizio degli ex parlamentari, ma al contrario per impedire che quel privilegio venga mantenuto in vita con l’ennesimo trucco, come già avvenne con le altre due ultime “riforme fittizie dei vitalizi” del 1997 e 2005.
Infatti il rinvio del godimento al 65 anno di età e l’introduzione del metodo contributivo per la liquidazione dei vitalizi varranno solo per:
• i futuri parlamentari;
• i pochi parlamentari oggi in in carica, che non avranno compiuto, al momento di lasciare il Parlamento, in questa o in future legislature, dieci anni di mandato e 60 anni di età;
• i pochi ex parlamentari che, non avendo ancora iniziato a percepire il vitalizio secondo i vecchi limiti di età, non hanno ancora raggiunto i 60 o 65 anni.

Non a caso, il provvedimento è fabbricato su misura per il beneficio dei suoi inventori: il Presidente, i Vice Presidenti, i Questori, quasi tutti i Capigruppo ed i Segretari di Partito, nonché tutti i maggiori notabili della Camera e del Senato, rientrano in coloro che, alla fine del loro mandato, avranno sicuramente maturato i requisiti per rientrare nella elite di coloro che godono del vecchio sistema, ossia con un vitalizio collegato all’indennità dei parlamentari in carica e non ai contributi versati, ed a partire dal primo giorno in cui lasceranno la politica.

Ho presentato dunque ricorso per annullare la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati, perché questa, al pari dell’analoga delibera del Senato, salva tutti i boss politici in carica, e tutti i 2300 parlamentari che già percepiscono il vitalizio (con godimento iniziato al 50 o 55 anno di età), molti dei quali senza aver ancora compiuto i 60 o 65 anni.
Ricordo che i 2300 ex parlamentari che già percepiscono il vitalizio costano allo stato uno sbilancio tra contributi incassati e vitalizi pagati di più di 200 milioni di euro all’anno, e che tra loro si annoverano tutti i condannati di tangentopoli, nonché tutti i notabili della prima repubblica, che ci hanno regalato la voragine del debito pubblico degli anni 80.

Ho smesso di fare politica da quasi 20 anni, e non avevo né la speranza né la possibilità di imporre una vera abolizione del vitalizio, definitiva e valida per tutti gli attuali ed i futuri percettori, anche perché Camera e Senato godono di una incredibile extraterritorialità giurisdizionale pari solo a quella delle ambasciate straniere, che consente ai parlamentari di decidersi lo stipendio e addirittura di triplicarlo con fittizi rimborsi spese forfetari privi di giustificativo fiscale, che rappresentano un reato per qualsiasi ente o azienda pubblica o privata sul suolo della Repubblica Italiana.

Paolo Ceri ha detto...

(continua)

Il provvedimento da me impugnato, confezionato da Camera e Senato con la solita furbizia, ha però questa volta un grave punto di debolezza, perché nel salvaguardare come da consolidata e iniqua prassi i diritti acquisiti di chi ha già cominciato a percepire il vitalizio (che non essendo una pensione non dovrebbe prevedere diritti acquisiti), si è dimenticato di ricomprendervi anche quelli di coloro che, come me, avevano già pagato alla Camera il riscatto volontario degli anni di mandato relativi alle legislature concluse anticipatamente.

Questo macroscopico errore consente oggi di impugnare il provvedimento, con la ragionevole possibilità di farlo annullare, perché, nonostante la prevedibile bocciatura del ricorso da parte del competente Ufficio della Camera (formato non da magistrati indipendenti ma da deputati in carica), questa potrà per la prima volta essere sottoposta al pronunciamento di una Corte della giurisdizione della Repubblica Italiana.

Confermo perciò quanto da me già scritto al Legale che mi rappresenta in giudizio: sarò lietissimo di ritirare il mio ricorso, in ogni stato e grado del procedimento che è stato avviato, in uno dei seguenti casi:
• se l’Ufficio di Presidenza della Camera, o qualsiasi altra autorità, vorrà completamente abolire il vitalizio in via definitiva per tutti i parlamentari che abbiano o no cominciato a percepirlo;
• se lo stesso Ufficio almeno vorrà deliberare il rinvio del godimento del vitalizio al 65° anno di età e la sua riduzione al sistema contributivo per tutti i parlamentari, che abbiano o no cominciato a percepirlo.

Non sono mai stato un politico di professione, e penso che la politica debba essere volontariato, non sistema per farsi strapagare senza far nulla, dunque penso che l’abolizione del vitalizio dei parlamentari, e di quello dei consiglieri regionali, insieme alla cancellazione di ogni “indennità di carica” per i politici, possa servire a riportare igiene e qualità nella democrazia italiana; a chi obietta che così i poveri non potranno fare politica, io rispondo che è molto meglio avere una classe politica di persone benestanti che fanno i volontari, piuttosto che una di falliti e lavativi senza mestiere e senza voglia di lavorare. "

Martino DORIGO
21.01.2012

paolo ha detto...

perche' si devono vergognare per cosi' poco?hanno fatto di peggio gli altri,tutti uguali!!!!!!!!!!siamo stufi!!!!!!e schifati!!!!!

Supertotogol ha detto...

Oliate le ghigliottine http://www.facebook.com/pages/Una-lobby-del-popolo-contro-le-caste/115402845227361

Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

Gent.mo sig Spidertruman,
mi sia consentito inserire di righe per protestare, in modo fermo e civile, su questa che noto come una informazione "volutamente" faziosa ed incompleta.
Pertanto la prego di inserire l'elenco completo che vede esponenti parlamentari del ceppo massone arabo-meridionale. Ed in particolare mi riferisco a quei tanti apparteneti al ceppo arabo-napoletano che lei ha con tanto scrupolo omesso.
Con rispetto ossequioso,
Pinuccio , leghista romano disadattato
qui, oggi 13 febbraio 2012

maila ha detto...

andate a spalare la neve parassiti....siamo stanchi di pagare i vostri vizi....siete peggio delle zecche...

alianta60 ha detto...

ma chi cazzo li conosce,ma chi li ha messi li?

Osvaldo ha detto...

BRUCIATI VIVI, SUBITO.

Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

Il popolano "Osvaldo", un masaniello dei tempi moderni riporta un giudizio affrettato "BRUCIATI VIVI, SUBITO."
2000 anni fa furono ascoltate le voci di protesta dei popolani dal Vesuvio e Pompei fu portata ai nostri tempi come esempio e monito.
Oggi ci chiediamo : "perchè i nostri vulcani sono nel meridione ed in settentrione neppure una piccola scossa tellurica ? "
Gli dei ascoltano ed al momento opportuno dicono la loro.
Voi, abitanti di Arcore e Bergamo-Varese siete avvertiti. Come vostro cugino della 'lega de Roma' vi dico "Pentitevi" e fuggite finchè siete in tempo ...i napoletani portano "o'scuorno. Vabbuò?" Ricordate Pompei!

Post scriptum ( per esteso fa scic ). Avete sentito gli ultimi commenti di Bertolaso ?

liberodipensare alias Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

Si potrebbe cominciare con "diritti acquisiti" e passare a "vitalizi" (inteso come un privilegi).
Tutti gli italiani sono uguali di fronte alla legge ed ai diritti e doveri di ciascuno verso altri in ambito sociale...ed il comandante schettino cosa ne pensa ?
C.S. "Vabbuò!"

White ha detto...

Lega ladrona, l'Italia non perdona!

liberodipensare alias Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

Si potrebbe immaginare un sondaggio di questo tipo rivolto a tutti gli italiani (escludendo le bizzoche e figli/e che seguono maria de filippi di canale 5 ed i discorsi di napolitano e la televisione in genere)

La domanda :

volete dare un vitalizio ai minatori del Sulcis in Sardegna od a quelli di montecitorio ?
Come si fa per le primarie (vedi le ultime dalla liguria).
Il popolo rispetterà quelli che sono i risultati della consultazione.
Questa è democrazia e chi credete che vincerà ?

liberodipensare alias Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

UBI MAIOR MINOR CESSAT

Mr tambourine fai attenzione

Stavo studiando sulle necessità urbane della nettezza urbana napoletana quando ecco mi viene un' idea :
ho deciso di renderti partecipe dei miei ultimi studi sui "Principi massoni e dell' unicità dell' universo. Ermete Trimonegisto, la tavola smeraldina e rubinia". Sarai in grado di seguirmi ?
Divertiamoci un po e verifichiamo il tuo grado di ignoranza.

liberodipensare alias Pinuccio, marittimo leghista romano disadattato ha detto...

Spidertruman, potrebbe cortesemente lanciare un articolo sulla massoneria cosi che io possa intervenire per spiegare quelli che a mio avviso ne sono i principi ?
Si parla molto spesso di questo argomento senza conoscerne

Anna Maria ha detto...

Solo questi? Sono sicura che sono di più. ANATHEMA!! Vadano tutti al diavolo!

Mr. Tambourine ha detto...

Pinuccio, mi piacerebbe moltissimo che tu mi rendessi partecipe contribuendo a evidenziare la mia ignoranza, ma il problema è che non me ne frega un cazzo di niente.

Cordialità.

www.ciclofrenia.it

iLManigoldo ha detto...

Il vero miracolo italiano:

http://ilmanigoldo.blogspot.com/2012/02/oral-et-labora_12.html


discinti saluti.

gennaro ha detto...

scendete giu' in terronia che vi aspetta una pala per spalare la neve e piccone di 5 kg.per rompere il ghiaccio

Pinuccio, marittimo e leghista romano disadattato ha detto...

gennaro, senza offesa, devi appartenere a quel ceppo arabo-partenopeo che rifiuta ogni impegno in lavori socialmente utili.
Anche in questo caso proponi e lasci che altri facciano ciò che tu non vuoi fare. I miei cugini della lega non sono mica dei pirla : ognuno spali la sua neve...e immonnezza.
Ed il comandante schettino cosa ne...
C.S.: "Presente! Sempre presente! Vabbuò e confermo il Tango di India"
Pinuccio:"comandante il tango india non è un ballo"
C.S.:"ah pinu' non ci scass o' cazz. Vabbuò?"

giantot ha detto...

x paola ceri
che li difende
vergognati pure tu...
sono solo scuse
le rendite (non lo stipendio) da parlamentare, ma anche dei consiglieri regionali, provinciali non accenna a diminuire, è scandaloso!!!!

aurora moro ha detto...

I "LADRONI " DELLA LEGA NORD ABBONDANO ....la coerenza non appartiene a loro

Unknown ha detto...

Per Giantot

innanzitutto é Paolo Ceri e non Paola Ceri ... e poi ... ma sei capace a leggere ??

evidentemente no, a leggere tutto ciò che Paolo ha riportato si capisce (sempre chi legge ...) che di questi ne difende uno, e per motivi molto molto convincenti ... e cioé per il fatto che il provvedimento che hanno pubblicizzato come legge per la diminuzione dei vitalizi, ne diminuirà forse una ventina; non toccando la quasi totalità dei 2.300 vitalizi in pagamento attualmente oltre a quelli che andranno pagati a quelli che sono parlamentari ora. Ergo ... ce stanno a prende ppé i fondelli come al solito ... e quelli che hanno fatto ricorso, a parte Dorigo per i motivi di cui sopra, lo hanno fatto perché sono tra i pochi parlamentari peones che non sono tutelati da questa legge "Ad Hoc" ...

Marco Giuseppe Luigi MUNZI ha detto...

Vorrei che questa gentaccia campasse 400 anni, CON LA META' DEI MIEI DEBITI (e vi assicuro che sono tanti, MA TANTI....)