venerdì 10 febbraio 2012

Il giornale della Margherita non lo legge nessuno ma ha ricevuto dallo Stato 27 milioni!

L'ex leader della Margherita Francesco Rutelli
Mentre giornali storici e cooperative editoriali chiudono per i pesanti tagli all'editoria (e non è una bella notizia) c'è invece chi se la passa benissimo malgrado nessuno lo legga: parliamo ad esempio di Europa, il giornale della Margherita. Distribuisce meno di 4000 copie, di cui almeno la metà sono abbonamenti (cioè quelle copie che vengono acquistate obbligatoriamente dai funzionari di partito, dagli assessorati in cui lavorano ecc).
Eppure ha ricevuto in nove anni oltre 27 milioni di euro di finanziamento pubblico!
Praticamente per ogni euro che incassa dalla vendita, Europa ne prende tre dallo Stato. Eppure il bilancio è sempre in passivo. Colpa anche di voci di spesa imprevedibili. Come ad esempio ben 150.000 euro di prebenda annuale a un misterioso consulente pubblicitario. Un consulente che di pubblicità ne raccoglie ben poca, se è vero come è vero che tutto il giornale pubblica pubblicità per non più di poche centinaia di migliaia di euro... Sarebbe interessante che il direttore del giornale Menichini facesse il nome di questo  "consulente". Stai a vedere che è un nome conosciuto...


2 commenti:

Mons ha detto...

I tagli all'editoria sono SACROSANTI! Non possono esserci giornali come questo con una tiratura limitata che prendono anche i soldi! Non mi risulta che su quello che fatturano paghino tasse aggiuntive, quindi se pagano le tasse delle aziende normali è bene che abbiano il rischio d'impresa delle aziende normali: se non li compra nessuno CHIUDONO!

Mr. Tambourine ha detto...

BASTA.

www.ciclofrenia.it