venerdì 23 marzo 2012

La Grecia è fallita, ma nessuno se n'è accorto

Sono mesi che viviamo sotto la mannaia dello spread. Mesi che ci viene raccontato dai media mainstream che se quell'indicatore economico fondamentale si tiene basso, il nostro paese è al riparo dal fallimento. Grazie al ricatto dello spread, ci hanno imposto il governo Monti, una banda di tecnocrati che, con la scusa del risanamento finanziario, sta letteralmente facendo a pezzi la nostra costituzione materiale: tagli alla spesa pubblica, compressione dei diritti, allargamento delle disuguaglianze economiche. Il risanamento finanziario, ci dicono, è fondamentale, altrimenti rischiamo di fare la fine della Grecia. Che invece, seguendo le ricette della trojka europea, è riuscita a salvarsi. Ma è davvero così? Davvero la Grecia, seguendo le istruzioni dell'Europa e accettando un prestito di 130 miliardi per corpire i conti, è uscita dalla spirale del debito sovrano? Per niente. La Grecia, in realtà, è già fallita. La ristrutturazione del debito, indispensabile a tenere in piedi il bilancio greco, ha svalutato i titoli del 70%, il che significa che i creditori si sono dovuti accontentare delle briciole. Ma ciò signfica anche che, di fatto, la Grecia non è in grado ripiagare i suoi debiti, cioè è già in fallimento. E questo grazie alle politiche della Bce e della Commissione europea. Le stesse politiche portate avanti in Italia da Monti. Perciò la domanda è: quando toccherà a noi?

11 commenti:

Blog of Live ha detto...

I loro privileggi però non li toccano...

Doc ha detto...

...dopotutto, dicevano i latini: qui custodiet custodes? Non li toccheranno mai... tagliano la sanità e altri servizi essenziali, ma poi in molte scuole del sud Italia i riscaldamenti continuano ad essere accesi (tanto per fare un esempio). Avete idea dei milioni di euro che stiamo scialaquando per questa inezia? Prima di tagliare a colpi di mannaia, che pensassero a questi sprechi facilmente risolvibili (e ce ne sono molti simili)!!

marco89milano ha detto...

Articolo un pò semplicista: nessuno ha mai detto che la Grecia si è salvata, anzi, la classificazione "junk" è nota da una vita.
Secondo: Monti non è un dittatore, non sono un suo supporter né un fanatico, ma se viviamo in un paese con sistema esattoriale medioevale, dove la strutture del mercato del lavoro privilegia i vecchi fossili e non lascia spazio a giovani che devono scappare all'estero, dove il divario nord-sud è evidente, dove la mentalità media è di rubare al prossimo, falsificare i certificati di invalidità o l'inps non possiamo lamentarci, ma meritiamo pure di peggio

magnum ha detto...

IL FALLIMENTO DELLA GRECIA E' PIU' EUROPEO DI QUELLO CHE SI CREDE.
PERCHE IN UN CONTESTO EUROPEO CI DOVEVA ESSERE ANCHE UN CONTROLLO CAPILLARE CHE SI ACCORGESSE IN TEMPO SE UNA COSA NON FUNZIONA.INVECE L'EUROPA E' SOLO UNA FACCIATA DOVE DIETRO GIOCANO LE BANCHE.

Alfonso ha detto...

ma la parola FONTI sapete che vuol dire?
Siamo tutti buoni a sparare non-notizie.. senza dimostrare la loro effettività

Moderatore ha detto...

Sto notando che questo blog sta perdendo l'ispirazione iniziale per cui è nato, sicuramente tra qualche mese diverrà una testata giornalistica o simile...e magari verrà fuori qualche padrone nobile nascosto fino ad ora...cmq vorrei proprio capire dove sono i tagli alla spesa pubblica fatti dal governo monti, a meno che centralizzare tutto a roma e non dare piu i soldi ai comuni sia considerato taglio allora questo blog è scritto da extraterrestri che vivono s una altro pianeta e sono arrivati a un paio di mesi e non capiscono la realtà...

vinz75mi ha detto...

Quale sarebbe l'alternativa? Uscire dall'euro? Dichiarare default e vivere nel nostro famoso paese virtuoso? Diciamo come stanno le cose.. Noi e gli altri PIGS senza Europa siamo culturalmente ed economicamente dei falliti. Per me l'Europa doveva metterci Monti 20anni fa!

Cibus ha detto...

Tagli alla spesa pubblica?
Ma se il problema più sentito è quello dell'aumento della pressione fiscale senza una vera ristrutturazione della voce uscite del bilancio dello Stato..
Che poi a Grecia sia economicamente spazzatura ormai era chiaro, altrimenti non sarebbero servite più incontri coi creditori privati.
L'Italia ha più chances dei nostri vicini perchè il nostro tessuto economico è decisamente più sviluppato, bisogna solo tenerlo in vita, far tornare chi è fuggito.

cab ha detto...

Qualcuno può spiegarmi chi si è comprato la Grecia quando è fallita? Vorrei cominciare a leccare le mani dei nuovi padroni, per trovarmi avvantaggiato quando compreranno anche l'Italia.

Sixtus ha detto...

C'erano due alternative: o una guerra guerreggiata oppure una guerra apparentemente gentile, in realtà subdola ed invisibile, ma altrettanto letale.
A parte i morti reali, che ci sono anche stati, è sotto gli occhi di tutti che i risultati sono gli stessi.

erminia ha detto...

Dobbiamo ristrutturare il mercato con regole più capillarmente realistiche, fabbricando e distribuendo oggetti realmente indispensabili e MAI nocivi: più serietà, insomma dai mercati che pretendono di sacrificare tutti per non essere trasformati ...