sabato 17 marzo 2012

La macchina della corruzione è sempre in moto: indagato il presidente della Regione Emilia-Romagna


Va bene, non è una novità, direte voi. Perché dovremmo indignarci per cose che sappiamo benissimo? Dov'è la "notizia"? Be', la notizia è questa: il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, che ha ricevuto un avviso di fine indagine, vale a dire un preludio certo al rinvio a giudizio, si è dichiarato, sentite un po', "una persona onesta". Lui è "innocente". Non ha mai favorito nessuno, tanto meno il fratello (per un finanziamento illecito di un milione di euro concesso alla cooperativa di quest'ultimo). E chiarirà al più presto la sua posizione. La "correttezza del suo operato" non è in discussione, la "verità" verrà fuori. Ne siamo certi, signor presidente, la verità verrà fuori. Prima o poi, i cittadini avranno tutte le informazioni necessarie, tutte le tessere per completare il puzzle della classe politica italiana. Anche perché queste informazioni si susseguono a ritmi vertiginosi: Lusi che si appropria di milioni di euro dei rimborsi elettorali, il sindaco Emiliano che va matto per le spigole e lo champagne, Rutelli che crede di gestire una fondazione e invece riceve "a sua insaputa" finanziamenti al partito perlomeno sospetti. Per non paralre di quando l'Unipol faceva le scalate e Fassino gioiva per l'acquisto di una banca. O di quello che succedeva e succede nel regno di Berlusconia. Una vera e propria festa della corruzione, ecco che cosa ci riserva la casta. Lo sappiamo tutti, certo. Ma, francamente, siamo pure stufi di riscoprirlo ogni santo giorno. 

5 commenti:

go.17 ha detto...

Ok,ma cosa c'entra la foto della coop?
Il finanziamento illecito era alla cooperativa agricola Terremerse, che dovrebbero essere questi qui: http://www.terremerse.it/index.php/it/chi-siamo.html
Non mi sembra sia corretto confondere il concetto di cooperativa con il nome dei supermercati coop.

Mattia Rondinelli ha detto...

Ripeto quello che già è stato scritto,
cosa c'entra la Coop?
State attenti,correggetela e non tentate di avere uno scoop su ogni cosa,rischiate di passare da giornalisti innovatori a ciarlatani in un batter d'occhio

Roberto ha detto...

http://www.ilrestodelcarlino.it/imola/cronaca/2012/03/17/682451-citta_esplode_caso_terremerse.shtml

timeman ha detto...

non sono ferrato in materia ma andando al sito che avete postato voi sotto leggo che la società terremerse è una società della coop bhò forse sarò ignorante in materia ma almeno penso di saper leggere e sotto nell'intestazione in piccolo della ditta ci sta scritto albo soc. coop

Paolo Marani ha detto...

La società del fratello di errani era una cooperativa agricola, ma non credo sia affiliata in qualche modo con legacoop e le cooperative di consumo, ma non lo so, tutto può essere. Comunque, in assenza di riscontri, io non metterei quella foto.