mercoledì 30 maggio 2012

I Vigili del Fuoco: “Mandateci dai terremotati, non alla parata!”


I Vigili del Fuoco aderenti all’Unione Sindacale di Base hanno emesso un comunicato nel quale denunciano i tagli alle loro strutture e agli organici, e chiedono di non essere dirottati alla inutile e costosa parata di Roma.

L’USB P.I. Vigili del Fuoco chiede la sospensione della parata del 2 giugno e chiede che i lavoratori del Corpo nazionale non vengano mandati ad esibirsi in una sfilata, ma a prestare la loro opera di soccorso tecnico urgente alla popolazione delle zone terremotate.
Per l’USB VV.F., i Vigili del Fuoco sono un ente sociale, che non ha mai avuto alcun motivo di partecipare a parate militari o carnevalesche. Ancora più incomprensibile ed inaccettabile in questo momento la scelta di impegnare un folto gruppo di lavoratori  per la sfilata del 2 giugno, lasciando al contempo alcune zone terremotate prive di operatori.
Non basta dichiarare il lutto nazionale per mettere a tacere la coscienza sulla tragedia che sta colpendo l’Emilia. Non serve “mostrare i muscoli” con una parata, quando il nostro Paese viene messo in ginocchio dai debiti ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco subisce continui tagli lineari. Oggi, infatti, il soccorso tecnico urgente alla popolazione è assicurato solo ed esclusivamente con il raddoppio dei turni del personale  VV.F. e con la certezza che i lavoratori non saranno retribuiti, perché il Dipartimento non ha fondi e si appresta a nuovi tagli lineari.
Tagli che oggi si dimostrano drammaticamente irresponsabili, in quanto hanno anche contribuito a rendere sempre più precaria la sicurezza nei luoghi di lavoro, come risulta dalla lugubre conta dei lavoratori morti in Emilia. In questo momento i Vigili del Fuoco sono il primo ente preposto alla incolumità privata e pubblica a ricercare la catena di responsabilità  di chi ha autorizzato la lavorazione in capannoni con travi poggiate sui pilastri senza essere ancorate. Come lavoratori si interrogano, ed interrogano quella politica che fino a ieri considerava la  sicurezza come un onere per le imprese e ha fatto in modo di ridurre, se non eliminare, i controlli per garantirla.
L’USB P.I. Vigili del Fuoco chiede dunque al Presidente della Repubblica ed al Governo di porre fine alle  parate  e di considerare i lavoratori del Corpo Nazionale per la loro professionalità.

10 commenti:

Alessandro Parodi ha detto...

non andateci, la gente vi stima, non deludeteci

Debora la toscana ha detto...

Vorrei tanto che la "rivolta" civile partisse proprio da chi indossa una divisa come voi...perchè se aspettiamo che ai piani alti usino un po'di buonsenso stiamo freschi!

enigma ha detto...

il mondo va al contrario siamo alla follia!

AR PO ha detto...

dite all'usb che non ci sara un vigile permanente alla parata del 2 giugno questo sindacato incompetente non sa neanche che per il 2 giugno sono da mesi addestrati solo vvf discontinui/volontari. Dov'èra questo pseudo sindacato negli ultimi due mesi, cioè quando arbitrariamnete sono stati scelti circa 100 vvf discontinui per partecipare alla parata del 2 giugno, sot parlando di vvf provenienti da tutta italia e stranamanente in nessun comando si sapeva della possibilità di poter far parte di questo gruppo di persone. come al solito qualcuno specula sui morti e sulle disgrazie.

Kalsifer ha detto...

Ma sarebbe il caso di mandare anche gli agenti che presiadiamo la TAV a dare una mano ai terremotati.
E magari di lasciar perdere la TAV e anche lì ridare il potere di decisione ai Cittadini.
Eh no, ormai il Governo di questo Paese è proprio fuori controllo e non ascolta più gli Italiani.

Achille ha detto...

perche non ci mandate i nostri ministri ,visto che vengono pure pagati....e bene,poi gli facciamo trainare a mano i mezzi

Francesco ha detto...

Ancora una volta grazie ai Vigili del Fuoco, per quello che stanno facendo "sul campo" e per il coraggio di esprimere opinioni come questa.

lucas ha detto...

ma che vuol dire "mandateci!"... sembra quasi una scusa, che sono impotenti e che se lo stato gli dice "fate la parata", loro son costretti a farla, ho un consiglio x voi "sciopero!"... tanto i vostri grandi capi vi obbligheranno a parteciparvi xkè gli entrano dei soldi pure a loro.
la parata ci sarà, spero solo nessuno vada a vederla

Kalsifer ha detto...

Italia: spendera' oltre 13 milioni di euro per armare la propria flotta di droni!

Paolo ha detto...

Gente veramente seria....