lunedì 25 giugno 2012

Firma anche tu per abolire il vitalizio. al via la campagna nel Lazio contro i privilegi della casta


In questa Legislatura, sono 85 i consiglieri e gli assessori della Regione Lazio ai quali viene operata la trattenuta per il cosiddetto “Fondo di Previdenza”, meglio conosciuto come vitalizio.
Un’uscita che mensilmente costa al Consiglio Regionale 128˙521 euro, per un importo annuo pari a 1˙542˙000 euro, a cui si aggiungono 1˙218˙000 euro al mese per il pagamento del vitalizio agli ex consiglieri che godono già di tale privilegio.

Gli attuali consiglieri regionali, una volta raggiunta l’età per l’accesso al beneficio, costeranno ulteriori 4.500.000 euro annui In vitalizi. Questo costo si andrà ad aggiungere ai 17.000.000 di euro già spesi annualmente dal Consiglio regionale per i 221 ex consiglieri che attualmente ne usufruiscono.

Quindi, a partire dai 50 anni e per tutto il resto della loro vita, questi consiglieri percepiranno un vitalizio mensile di 4˙400 euro per una sola legislatura, che potrà essere riversato – in caso di morte del beneficiario – alla moglie, oppure al figlio fino ai 26 anni, oppure alla convivente.

Se è vero che l’aspettativa di vita è oggi di 84 anni, in 34 anni di benefici, gli 85 consiglieri e assessori costeranno alle casse regionali 153 milioni di euro.

2 commenti:

fracatz ha detto...

si, vabbè, ma poi potrebbe succedere come in sardegna che se non erro dopo che il bobbolo aveva vinto il referendum anti vitalizio, quelli si sono fatti una leggina che rimette tutto come prima.
Il referendum vero da fare è che questa gente deve essere equiparata ai metalmeccanici:
ogni 10 impiegati 1 quadro
ogni 5 quadri 1 dirigente di 1 livello
e così, via vedi==>
Il partito degli under 70.0000

Cichero Cichero ha detto...

Spending Review è una pura follia:

200mila prestazioni sanitarie in meno, 30mila posti letto in meno, 200 ospedali in meno, 1000 reparti in meno....tagli sulle lenzuola pulite, tagli sulle siringhe, tagli sui pece-maker , valvole cardiache e protesi.

Tagli sugli statali: 24mila dipendenti statali a casa!

Tagli sugli enti pubblici di ricerca per le ricerche di eccellenza, come a coloro che hanno scoperto il Boso di Higgs.

Tagli sulla scuola, riforma drammatica dell'Università e gli studenti ora piangono!!

Tagli sui giudici di Pace, tagli a destra e tagli a sinistra, ma per loro, cosa si sono tagliati?
Ovviamente niente, anzi, i signori che ci governano, adesso, hanno pure ottenuto il privilegio ( se li concedono da soli i privilegi..!!) di potersi rivolgere a medici e cliniche private compresi i dentisti, gratuitamente.

Loro che hanno un Polo Sanitario dedicato a Palazzo Chigi: 12 specialisti, 7 infermieri, 7 impiegati e 5 funzionari, per una spesa di 3 milioni di euro all'anno.

Se loro corrono ai ripari assicurandosi terapie private gratis, allora significa che il sistema sanitario pubblico, con questi ulteriori tagli, sarà pessimo e non qualificato!!!

Noi chiediamo il taglio dei privilegi ai parlamentari e agli ex-parlamentari, chiediamo che il regolamento per andare in pensione sia lo stesso anche per loro, chiediamo di eliminare il polo sanitario a meno che non se lo paghino con i loro soldi, chiediamo di chiudere i servizi che si sono creati: dal parrucchiere all'estetista, al barbiere, all'agopuntura.

Noi vogliamo diritti uguali per tutti i cittadini italiani!!

http://www.petizionionline.it/petizione/tagliamo-i-privilegi-ai-nostri-politici/7524