sabato 29 ottobre 2011

7 euro per un pranzo completo al senato? e i senatori si imboscano...

Da qualche giorno gira in rete il "menù del Senato", dove sono riportati i prezzi del ristorante al quale hanno accesso solo i senatori. In verità lo scontrino si riferisce invece al ristorante-veloce, cioè la mensa a disposizione del personale che lavora all'interno del Senato. Il ristorante dei senatori, dopo la polemica dei mesi scorsi sui prezzi particolarmente bassi, ha imposto un radicale innalzamento dei prezzi, rientrando nei prezzi di mercato del centro di Roma: si arriva a pagare anche 12 euro per un primo e fino a 26/30 euro per i secondi piatti. Risultato? crollo dei coperti, fuga generalizzata, il ristorante sempre desolatamente vuoto. Ecco invece spuntare tra i commessi e i portaborse del senato, qualche volto "nuovo" con il vassoio in mano: quindicimila euro non gli bastano. Pure gli imboscati ora si mettono a fare. 


10 commenti:

Luke ha detto...

vergognoso

aerdna ha detto...

...enoi mangiamo pane e veleno...

Viaggiare ha detto...

L'unica soluzione è la democrazia diretta.

Democrazia diretta su web

Viaggiare ha detto...

Proposta (bozza) per una democrazia diretta.
Se qualcuno ha delle idee migliori, per cortesia collabori nei commenti eccetera :) Iscrivendosi si ha anche gratuitamente un blog e volendo un forum :)

Pomme de Terre ha detto...

Solo che il primo scontrino è relativo alla mensa del Senato, il secondo al ristorante. Due strutture diverse con linee di prezzo completamente diverse e un servizio, soprattutto, molto diverso.

Poi possiamo discutere finché volete sul fatto che la mensa costi poco, però io di queste 'fughe' non ho sentito parlare proprio nessun giornale.

iLManigoldo ha detto...

http://eccesatira.blogspot.com/2011/10/italians-do-it-better.html

http://eccesatira.blogspot.com/2011/10/pensionandi.html

http://eccesatira.blogspot.com/2011/10/promesse-da-cavaliere.html

discinti saluti.

Betelgeuse ha detto...

...e voi credete davvero che la casta accetti di pagare un pasto meno di quanto lo paghi un "povero" dipendente??? mah!!

acquazzurra ha detto...

SONO DEI MISERABILI.NON DOVREBBERO AVERE IL CORAGGIO DI FARE VEDERE IN GIRO LE LORO FACCE. SONO STANCA DI MANTENERE QUESTI PARASSITI DISONESTI

Andrea ha detto...

Anche io andrei dove costa meno...

Stefano ha detto...

D'accordo andare dove costa meno, ma questa gente ha un po di dignità? mai uno scattino di orgoglio? mai un esamino di coscienza (magari piccolo piccolo)?
c'è differenza tra noi che cerchiamo di risparmiare e loro che possono aumentarsi la paga senza che nessuno li controlli. Che si vergognino!!!