mercoledì 16 novembre 2011

E' finita la pacchia: tribunale pignora beni e indennità parlamentare di Scilipoti

(ANSA) - PALERMO, 16 NOV - La Cassazione ha confermato la sentenza d'appello emessa a Messina nel 2009, che condanna Domenico Scilipoti al risarcimento di circa 200 mila euro all'ingegner Carmelo Recupero, estensore negli anni '90, per conto dell'attuale parlamentare dei Responsabili, di un progetto per la costruzione di un poliambulatorio medico a Terme Vigliatore (Messina), paese d'origine di Scilipoti. L'avvocato Vincenzo Mandanici, legale del creditore, ha ottenuto il pignoramento - secondo quanto scrive la «Gazzetta del Sud», degli immobili di Scilipoti, e ha notificato un atto di pignoramento alla Camera per chiedere il sequestro delle indennità accessorie del deputato, non essendo pignorabile lo stipendio dei parlamentari. Recupero, che ha iniziato parecchi anni fa la battaglia legale per il pagamento della propria parcella, militava con Scilipoti nel Psdi ed entrambi, negli anni '90, erano consiglieri comunali a Terme Vigliatore. (ANSA). TE 16-NOV-11 11:40

Il recordman mondiale del salto della quaglia, oggi ha dato ancora una volta spettacolo di cabaret con le sue dichiarazioni: "Mi riservo la valutazione, volta per volta della bontà dei singoli provvedimenti, per non venir meno alla funzione parlamentare e per rispettare l'impegno contratto con gli elettori, continuando ad assumermi le mie dirette responsabilità. Resta la mia ferma contrarietà alla riedizione del consociativismo, che non solo annulla la dialettica parlamentare tra maggioranza e opposizione, bensì rende inutile la funzione di controllo e d'indirizzo sulla gestione dell'esecutivo, che spetta a ogni deputato»

26 commenti:

Marco ha detto...

Chi e' che ha deciso che lo stipendio non è pignorabile?

ale ha detto...

Ovviamente uno di loro che aveva problemi finanziari! Ma che domande!

Gabry ha detto...

Mi sembra che ci sia una leggina fatta ad hoc del 1965 (da verificare l'anno) che tutela i parlamentari sul pignoramento dello stipendio.Gabriele

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Anche Scilipoti però... cavolo quello lì si chiama RECUPERO di cognome e speri di farla franca...

Anima Spogliata ha detto...

Mi associo a ciò che ha scritto "ale".
Che sia un certo B.?

stefano ha detto...

Sempre la stessa storia a noi comuni mortali ci pignorano tutto quel po che abbiamo(l'indispensabile) e a loro non gli si puo togliere il superfluo.Perchè non poteva rimanere con mille euro al mese?
Chi cazzo è lui piu di me o di tutti voi?
Un abbraccio a tutti gli italiani BUONI.

marco ha detto...

e l'interdizione ai pubbblici ufficii dov'è???? che dobbiamo ancora vederlo in parlamento , sta caccola?

paperinik56 ha detto...

ma questo sottospecie di mezzo uomo in quale mare è stato pescato

Mr. Tambourine ha detto...

È un nuovo corso!

www.ciclofrenia.it

kiros ha detto...

@paperinik56..: ..nel "mar dei merdosi"..gli stronzi si pescano lì!

Nicola Acinapura ha detto...

Con i suoi guadagni perchè fa tante storie per pagare 200.000 euro?? Li racimola in meno di un anno!

curi0usm1nd ha detto...

Che dire ... ogni tanto qualcosa si muove ;)

iLManigoldo ha detto...

http://eccesatira.blogspot.com/2011/11/good-news.html

aldoamico ha detto...

L'impignorabilità dello stipendio si riferiva ai pubblici dipendenti in quanto l'emolumento è necessario per fare fronte ai propri bisogni e a quelli della famiglia non già all'"indennità" parlamentare molto più consistente dello stipendiuccio di 1000-1200 euro al mese che lo Stato elargisce ai propri dipendenti.

Mario De Roma ha detto...

Sì, ma correggiamo il titolo, che lo stipendio parlamentare non risulta pignorato. Chessò: "tribunale pignora beni immobili ed accessori di Scilipoti, lo stipendio parlamentare non si tocca"

Andrea Moratto ha detto...

E se un'altro che adesso per il momento non c'è più, dovesse risarcire per le belle figure che ci ha fatto fare all'estero e per i soldi davvero "ben spesi" quanto dovrebbe pagare? Gli basterebbero i fantastirgliardi che ha? In proporzione penso proprio di no...

angelito curto ha detto...

il problema della mia bella italia, non riguarda soltanto scilipoti,mah come lei ce' ne'ha ,migliaia a montecitorio.tutti questi cialtroni che hanno il compito di governare il paese,governavano le loro tasche.tutti questi lestofanti ,non solo devono andare via, mah confiscargli tutto,e mandarli a dormire sotto i ponti,oh metterli in galera ,e buttare via la chiave. questi loschi personaggi non solo percepiscono,lo stipendio "succulento"di parlamentare,mah hanno altre entrate,per asempio sono intrufolati nei vari consigli di amministrazioni,svolgono le loro professioni,etc,etc.insomma!!!hanno portato il paese italia sull'orlo della bancarotta,per cui la colpa non e' solo di berluscono oh scilipoti,perche ' il debito pubblico non l'hanno creato loro,,ma bensi tutti i governi che sono succeduti. dimenticavo!!! le 160000 auto blu dove le mettiamo, ognuna di loro costa al contribuente ,cioe' a tutti noi 43000euro all'anno,x 160000,sono migliaia di miliardi ,che con questi soldi si potrebbe risanare parte del debito pubblico, aaaaahhh, imiliardi che cicosta la politica ,poi e vergognosooooo!!povera la mia italia.maaahquesto paese non si risollevera' mai, mentre il popolo arranca!!! wl'italia

Webpronto.it ha detto...

SCUSATE le lettere maiuscole: vorrei richiamare l'attenzione su un quesito fondamentale: se siamo in democrazia, CHI, CHI ha votato Scilipoti???? Non capiscoooo!!!Antonio

Webpronto.it ha detto...

Credo sia giunta l'ora di finirla con l'autocommiserazione o con il puntare il dito: per ogni scilipoti, penati, et cetera (lista lunga,minuscole non casuali) ci sono 10,100,1000 umili minuscoli italiani che li votano. Ogni popolo ha la classe dirigente che si merita: se non ce la fate più, essendo voi una sparuta minoranza (perfino essere giovani è una sventura nella gerontocratica Italia), fate come me: andatevene all'estero.

Guglielmo ha detto...

vergogna, il nostro stipendio è pignorabile quello dei parlamentari NO evviva il paese delle banane....

massimo ha detto...

Ma sopratutto, che Minchia ha detto nella intervista??

Marionero45 ha detto...

FINALMENTE UNA BUONA NOTIZIA

GattoGrigio ha detto...

Gli stipendi non sono pignorabili, né quelli dei parlamentari, né quelli degli altri lavoratori dipendenti. O meglio, sono pignorabili in una misura pari al massimo a un quinto.
Poi non sarebbe male se prima di scrivere dei commenti su un blog, si imparasse almeno un minimo di ortografia e di grammatica di base... ma forse è chiedere troppo.

ghigliottina! ha detto...

Rivoluzione, rivoluzione, rivoluzione, rivoluzione, ci stiamo solo perdendo in chiacchiere su ovvietà!

paolo ha detto...

E' di nuovo a Bruxelles il super prof. Mario , stavolta per chiudere con l'U.E. sui punti cruciali ( patto di stabilità , rientro di bilancio nel 2013 se possibile , revisione dei trattati di Maastricht , collaborazione stretta con la Francia e gli altri , che si stanno rompendo con la " dura Merkel.." ) . Poi con la squadra ministeriale al completo ( sono 18 in meno dell'ultimo gov. di " mr. pirla " a 63 , e 55 in meno di quello Prodi che ne aveva ben 100 ) ; intanto sembra assodato un cambio profondo , speriamo non di facciata , sui vitalizi parlamentari anche passati pur se non abbiano raggiunto prima i 60/65 anni : tagli pesanti ( solo €. 3.000 mensili , e sistema contributivo per tutti.., senza deroghe..) : l'accordo è tra i 2 Pres. delle Camere ( Fini e Schifani..) perchè " le acque si stanno rompendo e la casta se ne sta accorgendo ( Scilipoti a parte..) " !

Osvaldo ha detto...

finalmente almeno il glande siamo riusciti a fartelo entrare in culo