martedì 6 dicembre 2011

la scheda ballerina: come gli uomini di Cosentino controllano i voti alle elezioni

Nel fascicolo dell'inchiesta contro il clan dei Casalesi e il segretario campano del PDL Nicola Cosentino è possibile leggere le dichiarazioni di alcuni pentiti sul funzionamento del sistema della "scheda ballerina" attraverso la quale i camorristi controllavano l'effettiva preferenza degli elettori per i candidati di Cosentino:  "I sostenitori del candidato, dovevano portare all'esterno dei seggi una scheda elettorale in bianco che, dopo essere stata contrassegnata con il voto di preferenza, veniva consegnata a un altro elettore, il quale la inseriva nell'urna. Quest'ultimo, a sua volta, portava fuori dal seggio la scheda da votare che gli era stata legittimamente consegnata dagli addetti alle sezioni per l'esercizio del voto, reiterando il meccanismo".

6 commenti:

lorenzo ha detto...

Mi sembra una grande cagata!!

lorenzo ha detto...

è una cagata perchè l' elettore poteva esprimere regolarmente il suo voto e consegnare all' elettore successivo la scheda elettorale "tarocca" ricevuta illecitamente prima d' entrare nel seggio

docalex ha detto...

i camorristi ti danno una scheda in cui hanno già segnato il voto e tu devi portare fuori quella che ti danno la quale deve essere bianca. non mi sembra poi così impossibile...

Mr. Tambourine ha detto...

Il cigno nero di Aronofsky parla proprio di questo.

www.ciclofrenia.it

claudio1966 ha detto...

Lorenzo scusami se mi permetto. La scheda che ti consegnavano fuori era già compilata e tu dovevi restituirgli quella bianca. Sveglia!

gdss ha detto...

Basterebbe numerare le schede.
Rimarrebbe comunque il problema delle schede segnalate...