martedì 21 febbraio 2012

On-line i redditi dichiarati da tutti i Ministri: Severino e Passera i paperoni!

Seppur con incomprensibile ritardo rispetto ai 90 giorni programmati, sono finalmente on-line sui siti dei vari ministeri i redditi dei ministri del nuovo governo. Come se avessero avuto bisogno di più tempo per valutare come inserire alcune cose... Dai prossimi giorni potrò passarli davvero ai raggi X!
Mancano ancora, come si può vedere, il reddito di Monti e del ministro Fornero.
Intanto eccoli qui assemblati uno per uno:





Corrado Passera (ministro sviluppo economico):
Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera nel 2011 ha avuto un reddito complessivo di circa 3,5 milioni di euro, su cui ha pagato 1,4 milioni di tasse. Da ministro, il compenso scenderà a 220mila euro circa. Nel patrimonio figurano depositi per 8,8 milioni sostanzialmente derivanti dalla vendita delle azioni Intesa, azioni, obbligazioni, una casa a Parigi e una Mercedes.


Annamaria Cancellieri (ministro dell'Interno):
Il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri indica come reddito 183. 084,35 euro. Ha due appartamenti a Milano, uno a Roma. A Milano due box e un magazzino in comproprietà, e poi diversi terreni agricoli e relativi fabbricati in condivisione a Palazzolo Acreide (Siracusa). Possiede una Toyota Land Cruiser e ha 100 azioni della Banca Popolare di Vicenza per un totale di 6.227 euro


Paola Severino (ministro della Giustizia):
Il ministro della giustizia Paola Severino ha totalizzato nel 2011 (redditi riferiti al 2010) un imponibile netto di7.005.649,00 di euro ed ha versato tasse, contributi ed imposte per 4.017.761,00 di euro. Il compenso annuo lordo per l'attività ministeriale sarà pari a 195.225,20 euro. Beni immobili: a Roma appartamento di 85 mq circa, proprietà 100%, un altro appartamento di circa 180mq, proprietà 50%, residenza anagrafica, con annessi cantina e due garage. A Cortina d'Ampezzo appartamento di 150mq circa, proprietà 100% a disposizione, con annessi cantina e garage. Due le automobili, una Daihatsu del 2006 e una Toyota del 2009. C'è, inoltre, un'imbarcazione da diporto del 2009. L'incarico da Guardasigilli avrà un impatto non da poco sulle finanze di Paola Severino: come titolare della Giustizia riceverà quest'anno 195.255,20 euro. Il ministro si aggiudica la palma di più ricca del governo.


Giulio Terzi di Sant'Agata (Ministro degli Esteri)
Secondo quanto si legge dai dati della posizione patrimoniale e reddituale pubblicata sul sito del ministero degli Esteri, il ministro Giulio Terzi di Sant'Agata dichiara un compenso annuo loro legato al suo ruolo pari a 203.653,44 euro. Nel 2010 il reddito è stato di 123.643 euro. Vi si aggiunge l'indennità, non reddituale, di servizio all'estero, quale Ambasciatore d'Italia a Washington, pari a 214.939,41 euro. Il ministro possiede una Golf del 2012, una Ford Focus del 2004 e una Harley Davidson 883 del 2005. Ha terreni agricoli a Curno e Brembate di Sopra (Bg), una villa a Brembate di Sopra e due comproprietà, a Roma e New York. Non possiede azioni. Terzi non riveste altri incarichi, nè ha rapporti di lavoro con altre amministrazioni, nè usufruisce di altri compensi.


Pietro Giarda (ministro dei rapporti col parlamento):
Il ministro ai Rapporti con il Parlamento Piero Giarda denuncia 262.288 euro nel 2010, esclusi i redditi di pensione. Giarda guadagna 31.145 Euro da lavoro autonomo, 4.224 dal possesso di alcuni fabbricati, mentre i compensi per gli incarichi in due consigli di amministrazione e un collegio dei revisori ammontano a 226.919 Euro. Nella situazione patrimoniale del ministro risultano anche 10 immobili, la gran parte dei quali sono baite (cinque) e pascoli (due) sulle alpi, ad Alagna Valsesia. Giarda possiede anche un appartamento a Milano, con box, da 175 metri quadri e denuncia come beni mobili una Seat Ibiza del 2002. Tra le attività finanziarie il ministro annovera azioni in 14 società quotate in borsa per l'ammontare di 405mila 306 euro, obbligazioni per 44mila euro, titoli di Stato e depositi per 51mila 987 euro. In totale le attività finanziarie di Giarda ammontano a 501mila 411 euro. Il reddito da ministro, per il 2012 dipenderà dalla durata del governo. Il compenso mensile lordo è di 16.234 


Francesco Profumo (ministro dell'Istruzione):
Il ministro dell'istruzione Francesco Profumo dichiara199.778,00 euro. Come altri incarichi registra quello di professore universitario di ruolo Politecnico di Torino, in aspettativa senza assegni (ha appena rinunciato, dopo le polemiche, alla presidenza del CNR). Beni immobili, comproprietà a Albissola e Torino (appartamenti e garage) e tre case di cui due al 50%, a Torino e Salina. Poi ne ha una a Savona. Automobili, solo una Lancia Lybra del 2001. Azioni, 894 di Intesa Sanpaolo e 1210 del Monte dei Paschi di Siena. Poi 250 De Longhi, 262 Enel, 3630 di Telecom Italia, 5199 di Unicredit (registrate come "Prive di valore nominale" e 137 di Finmeccanica. Ha poi delle gestioni di portafogli di investimento Pioneer.


Mario Catania (mnistro delle politiche agricole):
Nella scheda sulla situazione patrimoniale del ministro per le Politiche Agricole Mario Catania si legge che è proprietario dell'appartamento in cui vive a Roma (circa 120 mq.) e del 50% di una abitazione monofamiliare nel comune di Manciano, di circa 120 mq. Possiede una Volkswagen Golf 1600 del 2004. Non possiede barche nè aerei. Catania non possiede quote e azioni societarie, quote di fondi comuni, attività patrimoniali di cui sono titolari terzi, patrimoni destinati ad uno specifico affare, obbligazioni, gestioni patrimoniali, gestioni di portafogli di investimento. I risparmi sono investiti in titoli di stato (450.000 Euro). Non è titolare di imprese e non ha cariche di amministratore o sindaco di società, nè alcuna altra carica presso imprese pubbliche o private. Il reddito 2010 (dichiarazione 2011) ammontava a 213.700 Euro, interamente ascrivibili alla retribuzione da lavoro dipendente presso il ministero. La retribuzione annua lorda del 2011, precedente alla nomina quale ministro, ammontava a 280.600 euro. Per effetto della nomina a ministro la retribuzione annua lorda è scesa a 211.047,46 Euro


Gianpaolo di Paola (ministro della difesa):
Il ministro della Difesa Giampaolo di Paola dichiara un reddito di 199.778,25 euro, a decorrere dal 16.11.2011. Per il 2011 ha percepito 25.179,17 lordi. Non ha altri incarichi o rapporti di lavoro dipendente con pubbliche amministrazioni. Non sono in essere rapporti di lavoro dipendente, percepisce una pensione. Nell’anno 2011 ha percepito i seguenti emolumenti lordi: 314.522,64 euro di pensione provvisoria; 29.441,44 euro per servizio all’estero. Per quanto riguarda i beni immobili, l'abitazione principale è una casa di proprietà a Livorno di 130mq, con quota di titolarità del 50%. Ha due autovetture, una Mercedes Classe B 180 CDI del 2009, e una Volkswagen Polo CV Riguardo Strumenti finanziari, quote e azioni societarie, Attività patrimoniali di cui sono titolari interposte persone e fiduciari, il ministro ha 398 azioni Enel, 68 Finmeccanica, 14 quote Deutesche Telekom. Quote di fondi comuni di investimento: 1.468 quote di Pioneer Paesi Emergenti, pari a 15.000 euro, e 5.877 quote di Pioneer SSF Euro, pari a 30.000 euro. Altri depositi: Bot/Btp per un valore complessivo di 150.000 euro, una polizza assicurativa Generali di 85.000 euro e obbligazioni per 655.000 euro


Filippo Patroni Griffi (ministro della pubblica amministrazione):
Nel 2010 quando ancora non era ministro, Filippo Patroni Griffi ha guadagnato 504.367 Euro lordi e ha pagato un'imposta lorda di 209.657 Euro. Per il suo incarico. Patroni Griffi riceverà un compenso lordo annuo di 205.915,54 euro. Il ministro è proprietario della casa adibita ad abitazione principale e di quote in nuda proprietà in altre 4 abitazioni più un terreno. Ha una Bmw 320 del 2005, una Ford Fiesta del 2010, una Toyota Yaris del 2001 e una moto del 2005.


Mario Ciaccia (ministro delle infrastrutture):
 ha dichiarato nel 2010 un reddito di 1.600.701 euro, su cui ha pagato 680.922 euro di tasse, mentre ora il viceministro delle Infrastrutture percepisce 188.868,91 euro lordi. Risulta proprietario, o comproprietario, di nove immobili a Roma, Plaus (Bz), Roma e Budapest. E ha tre auto: una Wolkswagen Sharan del 2000, una Porsche Carrera del 2003 e una Fiat Cinquecento del 2007. Infine, ha dichiarato di avere investimenti in un portafoglio di Intesa Sanpaolo Private Banking per 1.446.139,79 euro.


Andrea Riccardi (ministro della cooperazione e integrazione):
Con l'incarico di ministro della Cooperazione e dell'integrazione, Andrea Riccardi guadagnerà circa 160mila euro in più dello scorso anno. Nel 2011, il fondatore della comunità di Sant'Egidio ha dichiarato un reddito complessivo di 120mila euro. Grazie all'incarico di governo, Riccardi percepirà 199.778 euro l'anno che si sommeranno alla sua pensione da professore universitario di 81.154 mila euro. Il ministro è anche proprietario di due appartamenti, uno a Trevi di 250mq più 180mq di cantine e uno a Roma di 210mq in usofrutto alla madre. Sempre a Trevi Riccardi possiede un terreno di 72 are e 90 centare di provenienza familiare. Riccardi possiede anche un deposito titoli presso l'Unicredit per un valore complessivo di 80mila euro circa ed è cointestatario per il 25% di un deposito titoli presso il Monte dei Paschi di Siena pari a 46mila euro.


Renato Balduzzi (ministro della salute):
Il ministro della Salute Renato Balduzzi dichiara 199.778,00 euro. Dispone di diversi terreni e fabbricati di cui è unico proprietario e in alcuni casi comproprietario. Il portafogli azionario è ricco e vario. Atlantia (controvalore 1.370,60 euro), Banca Carige (20.068,34 euro), Beni stabili (245,71), Enel (1.733,39), Eni (31.284,00), Fiat Industrial (1.610,70), Fiat (969,78), Finmeccanica (426,25), Generali Assicurazioni (4.771,02), Impregilo (1.265,00), Industria e innovazione (31,00), Intesa Sanpaolo (8.545.05), Iren (1.720,19), Reno De Medici (304,40), Seat Pagine Gialle (80,71), Fairpoint Communications (0,01), Frontier Communications (73,99), Idearc Inc. (0,04), Verizon Communications (2.888,60), Telecom Italia Media (25,58), Telecom Italia (971,00), Telecom Italia Risparmio (8.879,02), Tiscali (0,27)


Corrado Clini (Ministro dell'ambiente):
Il titolare del dicastero dell'Ambiente Corrado Clini ha dichiarato redditi per 173.383,00 euro. Dispone di un fabbricato in comproprietà a Mirano e una sola automobile, una Fiat 500 del 2010.

5 commenti:

i segreti di Pinuccio, marittimo e leghista romano disadattato ha detto...

Sono convinto che ci siano persone piu capaci di questi e che possono lavorare per soli 100.000 euro anno anno con le stesse funzioni e responsabilità.
Voi no ?

sergio bigi ha detto...

come si dice l'importante è essere convinti ma chi sono ?

Stex ha detto...

Sergio bigi, è per gente che la pensa come te che l'italia va a puttane. bisognerebbe guardare nei call center, dove ormai stazionano laureati in economia e altre facoltà da 110 e lode.

1000 euro al mese ha detto...

e noi 1000 euro al mese e senza mutuo... ma che hanno fatto per prendere così tantp, salvato vite umane? fatto scoperte da premi nobel ? possono vivere sicuramente con molto meno ..invece che tagliare pennsioni e tasse su tasse,

Riviera ha detto...

Quello che mi chiedo io e' ...
un tizio che guadagna 7 MILIONI di euro all'anno che cosa ne potra' sapere dei problemi che hanno coloro che ne guadagnano solo 12 mila ???

-"Maesta', il popolo non ha pane"
-"E allora che mangino brioches .." diceva Maria Antonietta.

Poi le hanno tagliato la testa ...