venerdì 24 febbraio 2012

Sara Tommasi si candiderà con Scilipoti: "Ma solo da capolista!"

Vi propongo questa intervista solo perchè resterà come testimonianza di quanto è stato patetico e arrogante il potere nei nostri giorni. E perchè con l'attuale legge elettorale c'è il rischio che poi la ritroviamo davvero unita in Parlamento, l'accoppiata Tommasi-Scilipoti...


Alessandra Jaromi*


In principio furono le proteste contro il "signoraggio delle banche": dai video nuda alle performance in slip davanti ai bancomat, sotto la guida dell'ineffabile avvocato Marra.


Adesso Sara Tommasi, già showgirl, attrice, modella per sexy-calendari, ex fidanzata del calciatore brasiliano Ronaldinho, ex messaggiatrice folle a Silvio Berlusconi (dal «ti amo ancora» al «mi hai delusa»), pensa al Parlamento. E al "responsabile" Domenico Scilipoti che le ha offerto una candidatura risponde che sì, si può fare. «Ma solo se sarò prima in lista, perché voglio la certezza di entrare», dice a Lettera43.it.

I PROGETTI FUTURI. Anche se il sogno nel cassetto è un figlio. Con chi? «In provetta», perché «meglio sola» che con il conte Alessandro Verga Ruffoni, dal quale s’è presa un periodo di pausa «perché facevamo troppo sesso».
Un futuro tra politica e famiglia, quindi. Tutto però dipende da quel che le consiglierà il suo mentore, il «tenero amico», Alfonso Luigi Marra, l’avvocato della crociata anti-banche che l’ha ingaggiata come testimonial.

DOMANDA. Sara Tommasi dai video nuda al Parlamento.
RISPOSTA. È un’idea che stiamo valutando.
D. Stiamo chi?
R. Io e Alfonso Luigi Marra, che è il mio avvocato e con cui ho una tenera amicizia.
D. E cosa state valutando?
R. L’offerta di candidarmi che è arrivata da Scilipoti.
D. Lei, Marra e Scilipoti avete fondato il Popolo degli intelligenti.
R. Sì. Ma stiamo valutando altre opzioni. Marra ha ricevuto offerte anche da altri partiti.
D. E quali sono?
R. Non posso dirlo, ma sono almeno due.
D. Andiamo per ordine. Scilipoti ha qualche possibilità di averla nella sua lista?
R. Marra vorrebbe finanziare Scilipoti, ma solo se al primo posto del programma ci sarà il signoraggio bancario. Vuole che io diffonda il verbo del partito, o movimento, Fermiamo le banche. E io sono dalla sua parte.
D. E poi lei e Marra a cosa state pensando?
R. Alla mia carriera nel mondo dello spettacolo. Marra dice che ho tanto talento, siamo preoccupati che essere eletta possa nuocermi.
D. Ha ricevuto offerte nel mondo dello spettacolo?
R. Ci sono alcuni progetti cinematografici di cui non posso parlare. Ma una cosa posso rivelarla: sarò il nuovo volto di Coming Soon Tv, con Celebrity, che sarà in onda dal 7 marzo.
D. Ma allora non è vero che si candida...
R. Ripeto, mi potrei candidare con Scilipoti a un'altra condizione: essere la prima della lista.
D. Vuole la certezza di entrare?
R. Certo!
D. Ma si sente pronta per fare la deputata?
R. Sono nata pronta. La prima frase l’ho detta che avevo sei mesi.
D. Sì, avrà detto mamma come tutti.
R. Mia madre mi toglieva la barbie, e io le dissi: «Mamma non rompere». Non vedo l’ora di andare alla Camera.
D. Certo che strana la vita. Lei così amica di Berlusconi, quando era lui al governo non si è candidata...
R. Ma se sono sua amica e lui non mi ha candidata, che ci devo fare?
D. Ma proprio non le offrì nulla il Cavaliere?
R. Vabbè, veramente mi aveva offerto un posto all’Europarlamento, ma Lele Mora gli disse che era meglio che io non sprecassi il mio talento e investissi nel mondo dello spettacolo.
D. Invece ora è perfetta: lei, laureata alla Bocconi, si candida nell’era dei bocconiani.
R. Appunto, Berlusconi è passato di moda, ora c’è Monti.
D. Bell’amica...
R. Gli do un colpo al cuore dice? Eh, la verità fa male.
D. E lui che la invitava alle sue feste...
R. Andai ad Arcore con la Minetti, che è una mia amica.
D. Ma non aveva detto che non c’era mai stata ad Arcore?
R. Qualche volta ci sono stata. C’erano la Prestigiacomo, la Carfagna. Erano cene di lavoro.
D. Col bunga bunga finale, però.
R. Ma va, quello se lo sono inventate quattro mignotte che non valgono un c... e che volevano essere pagate. Lei ha mai sentito personaggi prestigiosi tipo Carlo Rossella raccontare del bunga bunga?
D. Comunque adesso siamo nell’era della sobrietà, e lei vuole andare in Parlamento.
R. Guarda, adesso me ne vado alle terme con mamma tre giorni, devo riflettere. Perché sai qual è la verità?
D. No. Qual è?
R. Voglio un figlio.
D. Con Marra?
R. Ma la smettete voi giornalisti di insinuare? Vedete due che si allenano assieme e subito saltate alle conclusioni.
D. È lei che parla di «tenera amicizia» con l’avvocato.
R. Stavo passando un brutto periodo con il mio fidanzato.
D. Già, il conte Alessandro Verga Ruffoni...
R. Facevamo troppo sesso, ero stanca, e sono andata qualche settimana a casa dell’avvocato a riprendermi.
D. Quindi niente sesso con l’avvocato.
R. Con l’anziano non si fa sesso, si parla di filosofia. Ha un ingegno indiscusso.
D. E invece il conte pensa solo a quello.
R. E non si laurea. Io mi sono laureata in tre anni alla Bocconi, ho sgomitato, mi sono fatta strada. Lui ha 26 anni ed è ancora lì, perché è nobile, ha avuto tutto facile. Gli ho chiesto quando discute la tesi e ha risposto che l’aula all’università di Camerino non è agibile, è chiaro che prende tempo.
D. È geloso dell’avvocato?
R. Sì, mi ha dato l’aut aut, dice che devo scegliere fra la politica e lo spettacolo. Ma deve capire che io voglio fare politica, e poi chi è lui per dirmi cosa devo fare? Mica è il mio manager.
D. Ma allora il figlio con chi lo fa, col conte o con l’avvocato?
R. No! Non me lo pulisci il vetro. Ma guarda te questi zingari, levati ti ho detto!
D. Pronto?
R. Scusa, sono in macchina.
D. Ah, ecco. Dicevamo del figlio...
R. Sì. Guarda, lo voglio fare in provetta, voglio fare la ragazza madre. Basta uomini.
D. Ecco, meglio sola
R. Ora vado a fare il week end con mamma alle terme e poi decido.
* fonte: Lettera 43

8 commenti:

Ernesto ha detto...

Chiaro esempio di bocconiana doc!

http://amicodeltrota.blogspot.com/2012/02/lo-sviluppo-del-sud-non-e-roba-da.html

i segreti di Pinuccio, marittimo e leghista romano disadattato ha detto...

Ernesto (chiaro nome che segna una appartenza napoletana) non male il riferimento alla puglia.
Lo sai Ernesto che piccole (..issime) società manufatturiere del leccese lavoravano per noti marchi della moda "made in italy"?.. e poi vennero i cinesi (ed il fratello di berlusconi al seguito delle delegazioni economiche degli "industriali della confindustria". Gli stessi dell' articolo 18).
Ah Ernesto...perchè sei tu Ernesto (di chiare origini napoletane)..ed il comandante schettino
C.S.: "ernè, nun ci capisc nu cazz. Spiegamelo chiss u link. Fall pè mè che so napulitan"
w napoli e maradona

Ernesto ha detto...

Senti, coglioncello di un pinuccio, ma perché non provi a lavorare che stai sempre a bighellonare?

Sei pregato di non rivolgerti a me, posto che ho una grave forma di allergia verso ogni minus habens.

iLManigoldo ha detto...

Sì, è determinata (dice) ma per sta cosa di essere la prima della lista non basta uno strip..imparasse dalle sue colleghe già affermate in parlamento..le migliori a cimentersi con la statuina di priapo...

http://ilmanigoldo.blogspot.com/2011/04/kissing-priapo.html

http://ilmanigoldo.blogspot.com/2011/12/la-condicio-sine-qua-non.html

http://ilmanigoldo.blogspot.com/2011/09/last-man-standing.html


discinti saluti.

josemaria ha detto...

di mignotte e di prostitute al governo ne abbiamo tante . Abbiamo già dato e non vogliamo più sanguisughe,incopetenti, parassiti ecc. se avremo bisogno di puttane preferiamo pagarle quando non ne potremo fare a meno, a marchetta 50 e via , ma la politica ed il governo è tutta una altra cosa. Questa volta non vi faremo passare .

i segreti di Pinuccio, marittimo e leghista romano disadattato ha detto...

Ernesto sei il solito piccolo borghese napoletano, agressivo senza motivo. Invece che guardare in casa degli altri pensa alla tua. Da napoletano dovresti citare le schifezze della tua città che veramente potrebbe vivere di turismo tutto l' anno, ma ve la siete giocata. Piuttosto che scrivere puttanate sul tipo "chiaro esempio di bocconana doc!" pensa a scrivere qualcosa di piu critico o fai silenzio.
La mia era una provocazione, ma sempre nei limiti della buona educazione, e se non l'hai capita questo segna il tuo grado di cultuta critica. Chiudo qua, fai altrettanto la prossima ed evita espessioni tipo "parassita" o "coglioncello". Eppoi fesso, non ti accorgi di offendere un nick ?

alfonso ha detto...

cose da pazzi...siamo il paese delle assurdità!

FennDann ha detto...

...al di là della competenza di molti (non tutti) i laureati della Bocconi (che non è un accrescitivo di quello che fanno le predilette di Berlusca), e dell'intelligenza della Tommasi, il problema interessa tutte le donne che vogliono far politica veramente. Con il Porcellum e chi lo vuole perpetrare (fra cui, ovviamente, Berlusconi), ci sono sempre meno deputate e senatrici e sempre più de-pu@@ane e mere@rici (categoria benemerita, ma non se pagate da chi non ne gode di persona, cioè la massa dei cittadini italiani che pagano tasse, non marchette).