martedì 17 aprile 2012

Gli affari sporchi di Valter Lavitola, il "pupillo di Craxi"

Il legame tra Valter Lavitola e l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi era strettissimo. E quando, dall’epoca dei viaggi insieme in America Latina, dalle trattative del faccendiere come «uomo di Stato in incognita» si è passati alla latitanza dell’ex direttore dell’Avanti, il faccendiere avrebbe provato a ricattare il capo: 5 milioni in cambio del silenzio, anche se non è chiaro se la richiesta sia effettivamente arrivata.
A raccontarlo ai pm, lo scorso 17 febbraio, è stata la sorella di Lavitola, Maria. Che si è presentata a sorpresa negli uffici della Procura di Napoli «Voglio dire che mio fratello Valter circa 20-30 giorni fa mi ha telefonato e mi ha detto di recuperare un contratto di pubblicità stipulato dall'Avanti con Berlusconi tra il ’98 e il biennio 2002-2003. Ricordava però che l’importo del contratto era di 800 mila euro (o un miliardo e mezzo di lire) in favore dell’Avanti per prestazioni pubblicitarie. Mi disse che dovevo prendere questo contratto e portarlo a Berlusconi».
Lavitola ha potuto contare a lungo sul rapporto col premier. Nel giugno 2010, c’è Lavitola «nella delegazione che accompagna Berlusconi a Panama per la firma di un accordo internazionale sul tema della sicurezza». E ancora, nell’agosto 2011 è Lavitola ad «organizzare una vacanza in Sardegna per il presidente panamense, Ricardo Martinelli, con gita d’eccezione a Villa Certosa».
Il reale legame tra Lavitola e il presidente Martinelli è descritto da Maurizio Velocci, amministratore del consorzio Svemark, che avrebbe dovuto costruire le carceri panamensi di cui si parlava nell’accordo siglato a giugno 2010 da Berlusconi. Velocci dice di essere stato messo alle strette dall’ex ambasciatore italiano subito dopo il patto: «Vigo mi disse di aver ricevuto, quella mattina, una telefonata di Paolo Berlusconi il quale gli aveva esplicitamente chiesto di invitarci a chiamare Lavitola per sbloccare positivamente la procedura per ottenere i lavori. Non ritengo che la telefonata fosse vera».
Lavitola allora avrebbe avvicinato l’imprenditore, accreditandosi come legato al premier: «Per quello che mi ha detto lo stesso Lavitola - dice Velocci - la conoscenza e il legame tra lo stesso Lavitola e Berlusconi risale ai tempi di Craxi; Lavitola mi ha raccontato che era il pupillo di Craxi e che quando Craxi, da latitante, fuggì in Tunisia a lui era affidato il compito di portare i soldi in contante da Berlusconi».
Poi arrivano le richieste. Dice Velocci: «A me consta personalmente che Capriotti (il presidente del consorzio Svemark arrestato ieri, ndr) abbia dato 60 mila dollari in contanti in una valigetta di colore scuro a tale avvocato Francisco Martinelli, cugino del presidente Martinelli». Capriotti pagherà altre tre volte, fino all’ultima richiesta non esaudita. Un milione di dollari e un elicottero: «Lavitola precisò che il predetto velivolo promesso al Martinelli dalla menzionata società del gruppo Finmeccanica (Agusta, ndr) non era stato consegnato per prudenza a causa dell’apertura di un'inchiesta giudiziaria».

8 commenti:

Kalsifer ha detto...

Caro S.T., io approfitto ancora una volta dei tuoi spazi per segnalare questo video. A chi lo vede spetta di farsi una opinione.
Grazie.

Gaetano Ferrieri: Pesantissima Denuncia

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

Hanno raccontato agli italiani che si era passati alla seconda repubblica...forza italia! Una truffa per la quale tutti i partiti sono responsabili eccetto forse l'IDV. Tutti a rendere omaggio al grande statista morto fuggiasco ad Hammamed. In realtà gli hanno reso omaggio alla memoria per aver insegnato a truffare in modo scientifico. Cosa che ABC hanno appreso bene. Ma fino a quanto ? Un qualsiasi ladro, per quanto lesto, sa che non deve insistere sulla solita vittima. Il risultato ? pdl al 12% pd al 15 o 18% udc di casini sotto il cesso. IDV al 10% come forse il movimento 5 stelle ed una marea di schede bianche e di astenuti.
E dopo forse si comincerà tutto daccapo, senza ovviamente napolitano che ha firmato le leggi che berlusconi gli presentava mentre gli si diceva "presidente, non firmi : è una legge che è anticostituzionale. Vogliono far morire quel po' di democrazia che ancora rimane"

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

Come quando si diceva al politburò della nomenklatura del PCI "non approvate i carri armati in cecoslovacchia come avete fatto per l'Ungheria. State ferendo ogni volonta democratica". E napolitano era uno di questi. Credo che non ci possa fidare di questa persona : tenderà a dirci che i partiti sono la democrazia e che non li si deve demonizzare...come ? lo ha già detto ?

fracatz ha detto...

tutti i grandi statisti dovrebbero allevarsi in casa i propri pupilli e fotografarli nei momenti di intimità assicurandosi così fedelta eterna.
Non si verificherebbero quei tradimenti a cui invece abbiamo assistito, mai più scilliputti ed altri traditori in parlamento, solo pupilli fotograafati.

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

fracatz, mai sentito parlare di Ceausescu dittatore della Romania ? Altro che gioco di squadra. Prendeva degli orfani e li faceva suoi figli. Assassini al soldo dello stato. Lo stato era Ceausescu.
Anche ABC sono figli orfani di qualcuno. Alfano una checca orfana di berlusconi, bersani del pci, casini della dc.
Tutti sono orfani adottati dalla nostra vecera struttura politica. Anche napolitano è un orfano del PCI

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

Alla domanda "ditemi il personaggio de I Promessi Sposi" si dovrebbe rispondere "è il secolo.Il tempo che questi personaggi vivono".
Vi racconto questa che mi fa sempre sorridere : all' esame di stato una prof mi chiese "e sa dirmi qual' è il nome dell' amante del manzoni che influenzò il suo estro letterario ?"
risposi : "professoressa, mi scusi, credo che queste siano cose personali del manzoni e sulle quali non desidero entrare"
Ma a pensarci si chiamava enrichetta blondel o nicole minetti ?

fracatz ha detto...

Pinuccio, quella del napoletano orfano del pic è troppo forte
Pensa a che livello di affabulazione poteva arrivare la fantasia del valorosissimo bobbolo dei lavoratori tajani

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

fracatz, ogni tanto mi riesce quella buona. Quando è sera tarda mi prende una logorria da tastiera e per fortuna spidertruman mi cancella qualcosa, se no vedresti quante cazzate sparo fuori.
p.s. fracatz controlla la tua tastiera scrive j al posto di li. Una cortesia, puoi spiegare cosa è il bobbolo tajano ? Bene o male lo capisco ma vorrei sapere come nasce. Ad esempio "pinuccio,marittimo,leghista romano disadattato" lo avevo pensato per prendermi gioco di alemmanno, sindaco di roma, quando disse che i pini marittimi non erano adatti alla neve per le accuse di un leghista...e da qui disadattato alla neve.