mercoledì 4 aprile 2012

La casa di Bossi ristrutturata a sua insaputa

Approprazione indebita, truffa e riciclaggio. Sono queste le accuse, pesantissime, rivolte al tesoriere della Lega, Francesco Belsito. Soldi dei rimborsi elettorali, soldi pubblici finiti nelle tasche dei capi della Lega, da Bossi in giù. Ma a cosa sono serviti? A questo: viaggi, alberghi e cene pagate sia ai figli di Umberto Bossi che all'ex vicepresidente del Senato e segretario generale del Sindacato padano, Rosy Mauro. Non solo: parte dei fondi sarebbero serviti a pagare i lavori di ristrutturazione della villa di Gemonio di Umberto Bossi. È quanto emerge dalle intercettazioni disposte nell'ambito delle indagini condotte a Milano, Napoli e Reggio Calabria.
Come si vede, un uso strettamente privatistico di risorse pubbliche. "Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della Lega per sistemare la mia casa", dice Bossi. Ma come, senatore, le hanno ristrutturato casa con i fondi del partito che derivavano dai rimborsi elettorali, e lei non ne sapeva nulla? E i suoi figli? Anche loro hanno viaggiato e soggiornato in alberghi e mangiato in ristoranti a loro insaputa? Anche loro sporgeranno denuncia? Nei confronti di chi?
La brutta storia che sta devastando la Lega è la storia di tutti i partiti italiani (vedi alla voce Lusi, Margherita). Macchine mangia-soldi, con bilanci opachi, tesorieri maneggioni, milioni di euro che finiscono sempre nelle tasche dei leader. Che non ne sanno mai nulla. Che scaricano le responsabilià sui sottoposti. Cha cascano dalle nuvole. Ma a pagare il conto, alla fine, sono sempre i cittadini.  

5 commenti:

lionbt ha detto...

"Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della Lega per sistemare la mia casa", dice Bossi. Adesso per favore non lasciamoci andare a facili commenti, abbiate rispetto per un uomo che la malattia ha visto disintegrare, distruggere, eliminare, cancellare definitivamente e senza possibilità di ritorno, l'UNICO NEURONE che gironzolava tranquillo nella testa vuota chiedendosi:"C'E? NESSUNO?".

Incazzatissimo ha detto...

...E il famoso dito medio alzato in tate occasione da Bossi ha trovato il suo sfortunato alloggiamento in una parte anatomica di molti italiani e questo è il segno più evidente di quanto i nostri politici ladroni pensino del popolo italiano.
Continuiamo a votarli ed il dito medio sarà il meglio che ci potrà capitare!

simonerizz ha detto...

siamo alla frutta...anzi siamo proprio al conto, siamo già fuori dal locale!!! ma qua siamo sempre noi ad andarci di mezzo!!! basta soprusi, basta soldi spesi per porci comodi, basta TUTTO!!! IO NON VOTERO' MAI PIU', TANTO NESSUNO RISOLVERA' MAI NULLA.

ROCKERXX69 ha detto...

Fanno schifo!!! Ladroni di alto livello pure loro !!! spero che perdano il 70 % dei voti. un fenomeno folkloristico delinquenziale finito.

fasano ha detto...

Ho l´impressione che sia Padani che Terroni abbiamo lo stesso problema. Invece di menarci tra di noi, non sarebbe meglio unire tutte le forze sane del paese contro chi s´pprofitta della nostra buona fede e dei nostri sogni per prenderci per i fondelli una volta si e l´altra pure?
Credo che possiamo dire con certezza che coloro che vanno al potere( almeno molti di loro) l´unica cosa che difendono sono solo i propri interessi. Se le persone oneste, ci dividiamo nei diversi partiti o movimenti siamo travolti dalle angherie dei dirigenti. Se creassimo un qualcosa di conreto tutti quelli che sono stufi di essere presi in giro, credo che si potrebbe creare qualcosa de consistente. É chiaro che dovremmo muoverci attorno a pochi ma chiari pilastri: LEGALITÁ, TRASPARENZA, GIUSTIZIA, MERITOCRAZIA. I paesi che si muovono secondo questi criteri, non sono mai in crisi.