mercoledì 27 giugno 2012

Coltivare marijuana in giardino ora sì può. Lo dice la cassazione



Da oggi chi possiede una piantina di cannabis sul terrazzo di casa non avrà problemi con la legge. Lo ha stabilito la Cassazione secondo la quale la coltivazione di una sola pianta di marijuana “non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”. Il pronunciamento della Suprema Corte è arrivato in seguito al ricorso del procuratore generale della Corte di Appello di Catanzaro che aveva protestato per l’assoluzione di un ragazzo di 23 anni sorpreso con una piantina di Maria sul balcone della sua abitazione a Scalea (Cosenza).

Proprio per il fatto che si trattava di una sola piantina, quindi chiamando in causa la “modestia dell’attività posta in essere emerge da circostanze oggettive di fatto, come in questo caso la coltivazione di una piantina in un piccolo vaso sul terrazzo di casa con un principio attivo di mg 16, il comportamento dell’imputato deve essere ritenuto del tutto inoffensivo e non punibile anche in presenza di specifiche norme di segno contrario”. In altre parole i supremi giudici – in base alla sentenza 25674 – hanno chiamato in causa l’assenza di pericolosità del gesto, che è quindi da non sanzionare penalmente, come invece specificherebbe il legislatore in caso di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Una decisione senza precedenti, che creerà un importante precedente nella giurisprudenza e che, sicuramente, accenderà un focolaio di polemiche non da meno. Da anni si cerca di trovare la soluzione più giusta nei confronti del “problema droga” e con questa sentenza i giudici sembrano voler soverchiare le rigide norme in materia di cannabis et simili. Del resto come non considerare il fatto che forse i benefici sociali che si ricavano dalla proibizione di canapa non compensano adeguatamente i costi che la collettività paga, collocando “fuori dalla legge” il comportamento di intere fasce giovanili. Cosa che li allontana ancor di più dalle istituzioni.

fonte: http://www.controlacrisi.org/notizia/Altro/2012/6/23/23826-coltivare-marijuana-in-giardino-ora-si-puo-lo-dice-la/

9 commenti:

fracatz ha detto...

è, ma se se comincia così, poi dove si finisce?
che vogliamo impedire ai delinquenti de campà spaccianno droga?
e poi magari sti delinquenti si dedicano di più ai sequestri alle rapine in villa dei detentori di pecunia?
E poi vuoi mettere quei bei scoop estivi con cui le forze dell'ordine facevano bella figura mettendo in galera i soliti morti di fame sorpresi con 3 piante de cannabis sul balcone?

Il partito degli under 70.0000

Enrico ha detto...

Free marijuana Now! La marijuana e' una Pianta e non partecipa ad alcun Mercato!

Luca ha detto...

Ma ti rendi conto idiota, che con quel titolo puoi fare dei danni? Quella sentenza non vuol dire nulla e coltivare marijuana è ancora illegale con tutte le conseguenze del caso. Smettila di sparare titoloni ora che non ti si caga più nessuno.

luca ha detto...

Purtroppo non e cosi sempice ... se ti beccano con delle piantine noie giudiziarie non te le toglie nessuno ... ma non si scende a compromessi con la libertà quindi ben venda l'autocoltivazione contro le mafie per una pianta che non a mai ucciso nessuno ,anzi ,cura e lenisce infinite patologie ... E inconcepibile come alcuni uomini abbiano potuto mettere l'intera umanità contro la sua stessa natura interiore e quella che la circonda innescando una feroce guerra che genera milioni di morti che nulla hanno a che vedere con l'uso delle sostanze incentivandone anche quelli che le usano ,se la loro follia avesse un minimo di logica ,quando entrate in un bar enoteca sala scommesse tabaccheria ecc guardate in faccia e negli occhi i titolari e i loro dipendenti ,sono feroci spacciatori gestiti da una cupola mafiosa che con alcune leggi criminali decide chi debba essere perseguitato e considerato criminale e chi invece può compiere gli stessi crimini senza essere giudicato ! Proibizionismo = crimine contro l'umanità che ridistribuisce denaro in maniera indegna e vergognosa sulla pelle della gente ! Buona giornata !

Enrico ha detto...

Poliziotti di Merda andate a strapparvi i peli dal Culo e non le piante di Marijuana!

Federico Neri ha detto...

a quanto pare la sentenza crea un precedente, ma bisogna leggerla ed interpretarla tutta: 3.1. Va premesso che questa Corte di legittimità ha statuito di recente che la coltivazione di stupefacenti, sia essa svolta a livello industriale o domestico costituisce reato anche quando sia realizzata per la destinazione del prodotto ad uso personale (cfr. Cass, Sez. U, Sentenza n. 28605 del 24/4/2008 Ud, Dep. 10/07/2008 Di Salvia, Rv. 239920).
Ciò premesso, la stessa giurisprudenza di legittimità ha più volte precisato che “Ai fini della punibilità della coltivazione non autorizzata di piante dalle quali sono estraibili sostanze stupefacenti, spetta al giudice verificare in concreto l’offensività della condotta ovvero l’idoneità della sostanza ricavata a produrre un effetto drogante rilevabile” (Cass. Sez. U, Sentenza n. 28605 del 24/04/2008 Ud. (dep. l0/07/2008) Di Salvia, Rv. 239921; Cass, Conforme, Sez. U. 24 aprile 2008, Valleua; Cass, Sez. 4, Sentenza n, 1222 del 28/10/2008 Ud. (dep. 14/01/2009), Nieoletti, Rv. 242371).

Danx ha detto...

Come come? Tante piante invece portano danni alla salute?
E le sigarette? E i motori???
Vietano una pianta (!!!), solo perchè nessuno ci campa legalmente.
Che schifo!

AlexandrosXIII ha detto...

Per tutti coloro che sanno poco di Cannabis, e la considerano una droga pesante consiglio di vedere questo documentario, e poi casomai ci ragioniamo: http://www.youtube.com/watch?v=hBLKh4mi0ok

bergamini alex ha detto...

infatti.....in culo a politici,giudici e sbirri più di mezzo paese a sempre fumato e fuma di gusto...........e ricordate che chi PROIBISCE e sempre il primo a ESERCITARE..... fanculo al sistema.....