sabato 14 luglio 2012

Il curriculum di Enrico Letta sul suo blog conferma: non ha mai fatto nulla in vita sua


Non ha mai fatto un’ora di lavoro in vita sua. Campa sulle nostre spalle da sempre: prima ministro, poi deputato, poi ancora deputato, poi responsabile economico della Margherita. Sì, quella stessa Margherita da cui sono spariti milioni di euro di rimborsi elettorali. Enrico Letta, vicesegretario del Pd, quello che ieri ha dichiarato “meglio votare Pdl che Grillo” è il classico nullafacente baciato dalla fortuna, catapultato direttamente ai vertici delle istituzioni anche grazie ai suoi rapporti con i poteri forti e le lobby finanziarie e alla parentela con il più noto Gianni Letta di cui è nipote. Ecco il suo curriculum redatto direttamente da lui sul suo blog. Fatevi un’idea.

Sono nato a Pisa, ho 45 anni. Sono stato uno dei più giovani ministri della Repubblica italiana: nel 1998 alle Politiche Comunitarie e poi all’Industria e al Commercio Estero con i governi D’Alema e Amato. Nel 2001, deputato, sono diventato responsabile economico della Margherita.
Dal 2006 al 2008 sono sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel secondo governo Prodi.
Nel 2007 mi sono candidato alle primarie per la segreteria del Partito Democratico ottenendo oltre l’11% dei consensi.
Nel 2008, di nuovo deputato, sono stato nominato responsabile Welfare del governo ombra del PD. Dopo le primarie del PD del 2009 sono diventato vicesegretario del partito e faccio parte della Direzione nazionale.
Dal 1993 sono segretario generale dell’Arel, l’Agenzia di Ricerche e Legislazione fondata negli anni ’70 da Nino Andreatta.
Dal 2005 sono vicepresidente di Aspen Institute Italia e nel luglio 2007 ho fondato, insieme ad altri amici, l’Associazione TrecentoSessanta.

12 commenti:

mariluna ha detto...

Provare ad andare a lavorare qualche anno come fanno quasi tutti gli italiani no, vero???

robbyetor ha detto...

il personaggio non mi è affatto simpatico ma mi sembra che il curriculum che lui pubblica sul suo sito sia piu folto e dignitoso di quello sopra riportato (tra cui un dottorato di ricerca , alcuni libri, alcune associazioni da lui fondate). Non mi sembra si possa dire non abbia fatto nulla nella sua vita.

lukeskyrunner ha detto...

http://www.enricoletta.it/?page_id=35

di la verità...tu sei un beluscoide? altrimenti non potrei spiegarmi la palese omissione di informazioni. come correttamente osserva robbyetor, tu ometti il phd ed i libri. sicuramente é arrivato lí per via delle parentele (vuoi fargliene una colpa?), ma il suo cv non dimostra che é un nullafacente (il dottorato non te lo regalano).

Stefano Cicchiello ha detto...

"il dottorato non te lo regalano"

ehehehehe :D

sicuro sicuro ??!
la accendiamo ??!
non vuole usare l'aiuto da casa ? sa se chiama a casa , e la casa è in italia , magari la risposta esatta la conoscono!
^_^

LAV / gigionaz ha detto...

Demagogia d'accatto.

Peccato

OLICHKA ha detto...

la cruda verita'....18 anni della sua presenza al governo e la realta' non mi sembra delle migliori.........al rogo come tutti gli altri...tutti!

hetan ha detto...

Effettivamente, rispetto ad un minatore oad un operaio dell'Anas... Letta ha lavorato mooolto di più...

paolo ha detto...

Vedo chde quelli della casta sguinzagliano anche su questo sito qualche galoppino che impudentemente li difende. Maiali!!!

mimmomalagnino ha detto...

L'evasore fiscale è un parassaita della società italiana! Giustissimo! Al rogo! E i ladri della casta politica italiana,dal gradino più alto all'ultima ruota del carro? Ladri e parassiti! Che merda attaccaticcia della quale, forse, non ci libereremo mai più!Poveri noi!

onesta' ha detto...

Mi fanno nausea tutti ma proprio tutti...Possibile che non ci sia il modo per liberarsene per sempre..

Maciste ha detto...

Però spiegatemi: si dice che servono i giovani in politica, ma se uno entra in politica "giovane" come fa ad avere anche un passato da lavoratore?

Cippa1974 ha detto...

Il problema che x loro (la casta) il lavorare é sinonimo di impicci e magna magna