sabato 14 luglio 2012

il referendum anticasta è una bufala! Serve a rubare firme per liste elettorali




Negli ultimi giorni sta diventando una valanga: molte persone ci chiedono come firmare i “referendum contro la casta”, o addirittura perché il Movimento 5 Stelle non stia raccogliendo le firme. Per questo vorrei chiarire chequesti referendum, allo stato attuale delle cose, sono una bufala!


I referendum che circolano, mirati ad abolire gli stipendi d’oro e le prebende dei parlamentari, sono due: uno, del Comitato del Sole, prevede l’abolizione di quasi ogni prerogativa, mentre l’altro, dell’Unione Popolare, in realtà prevede la sola abolizione della diaria ai parlamentari, che è di circa 3000 euro al mese (moltissimo per noi ma poco per loro, rispetto al totale). Questo secondo referendum lascia particolarmente perplessi quando si scopre che i promotori vengono dall’UDC e che il risparmio ottenuto sarebbe di 39 milioni di euro l’anno, a fronte di un costo di 300-400 milioni per svolgere il referendum.


Il motivo per cui questi referendum sono una bufala è presto detto: il referendum abrogativo è regolato da alcuni articoli della legge 352 del 1970. Basta leggerli per scoprire che:


1) non è possibile svolgere un referendum in contemporanea con le elezioni politiche, e se vengono convocate le elezioni politiche le procedure referendarie vengono sospese e rinviate di un anno (art. 34);


2) è vietato depositare le firme di un referendum nell’anno (solare) precedente a quello delle elezioni politiche (art. 31);


3) le firme si potranno eventualmente depositare dal 1 gennaio (art. 32);


4) le firme devono essere depositate entro tre mesi dall’inizio della raccolta (art. 28).


Tutto questo fa sì che le firme raccolte in questo periodo siano nulle e inutilizzabili; il primo giorno possibile per depositare le firme per un referendum è il 1 gennaio 2013, ma in questo caso, per via del punto 4, sarebbero valide soltanto le firme raccolte dopo il 1 ottobre 2012. In tal caso, comunque, il referendum potrebbe svolgersi soltanto nel 2014 o addirittura nel 2015, se le elezioni politiche fossero successive al 1 maggio 2013 (vedi qui). Si fa molto prima a votare alle politiche dell’anno prossimo per i partiti che si impegnano a tagliare gli stipendi!


Ma allora, perché qualcuno si dà la briga di mettere in piedi una campagna del genere, e una volta avvertito del problema (come avvenuto per entrambi i comitati da diversi giorni) continua bellamente la raccolta? Ognuno lo può ipotizzare da solo.


Può benissimo essere semplice ignoranza, leggerezza o cattiva interpretazione della legge (è già successo anche ad altri); ho conosciuto alcuni ragazzi del Comitato del Sole e mi sono sembrati un po’ ingenui e inesperti ma sicuramente ben intenzionati. Quando invece la proposta viene da persone con un lungo curriculum di attivismo nei partiti, credo sia più legittimo pensare male. E allora faccio notare che anche per i referendum sono previsti i rimborsi elettorali, e che in caso di successo il comitato referendario incasserebbe milioni di euro a cui nessuno dei due ha dichiarato di voler rinunciare; senza parlare della quantità di apparizioni televisive e della pubblicità ottenuta dai promotori.


Ma qui a Torino abbiamo anche un’altra esperienza: ricorderete quel Renzo Rabellino che riesce a far eleggere consiglieri qua e là con coalizioni di liste improbabili, come Grilli Parlanti, Lega Padana e Forza Toro. E’ ormai appurato che molte persone che avevano firmato per presentare petizioni contro il canone Rai o contro le strisce blu - persino personaggi famosi come Luciana Littizzetto - avevano ritrovato la propria firma magicamente apposta sotto le liste elettorali di Rabellino (d’altra parte è difficile immaginare migliaia e migliaia di persone che volontariamente corrono ai banchetti per presentare alle elezioni la lista della Grilli Parlanti. Non a caso la ). Del resto, a puro titolo ipotetico, non ci vorrebbe molto a ricopiare dati e firme tra due fogli o a stampare un nuovo testo sul retro bianco di un foglio pieno di firme.

E’ per questo che mi permetto di sospettare che tutte queste centinaia di migliaia di italiani che ora corrono a firmare fogli dal primo che passa per “far finire questo schifo dei politici” potrebbero a loro insaputa, l’anno prossimo, presentare alle elezioni politiche le liste di qualche nuovo partito pieno di riciclati!".


Vittorio Bertola 
consigliere MoVimento 5 Stelle, Torino 



Tre link utili per approfondire: 


L'UNIONE POPOLARE, COSTOLA DELL'UDC:
http://www.unionepopolare.eu/component/content/article/38-curricula-cv/93-maria-di-prato.html 


IL TESTO DELLA LEGGE SULL'INDIZIONE DEI REFERENDUM:
http://www.giurcost.org/fonti/referendum.htm 


UN'ARTICOLO DI REPUBBLICA SUL FURTO DI FIRME DALLE PETIZIONI ALLE LISTE ELETTORALI:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/03/09/cota-ecco-inganno-di-rabellino-firme.html 

10 commenti:

Unknown ha detto...

Le firme che stanno raccogliendo non saranno valide, perché non presentabili quest'anno: e da agosto saranno scadute, quindi dovranno organizzare una nuove raccolta da ottobre per poter presentare la richiesta a gennaio (e se tutto andrà bene, votare nel 2014 - sempre che la Consulta accetti il quesito, che è molto dubbio)
Se proprio proprio, bisogna tener d'occhio la raccolta quando partirà ad ottobre, perché adesso si firma solo futura carta straccia.

Roberto ha detto...

Spider, la situazione è quasi chiarita! La porcata la sta facendo chi ha indetto questo referendum. Mi riferisco ad Unione Popolare (costola dell'UDC)!!! Il referendum non servirà a nulla perché indetto fuori dei termini di presentazione dello stesso!!! Non capisco il motivo, se non la possibilità di utilizzare le firme per altri scopi. Ti consiglio di verificare gli articoli di legge a tal proposito!!! Ricordo ancora che, già un referendum ha supoerato le 500.000 firme, deposte in un cassetto, da qualche parte in parlamento, che non hanno alcuna intenzione di discutere!!! Mi riferisco al referendum, regolarizzato, indetto dal Movimento 5 Stelle!!!

dragocinese ha detto...

Per Roberto
mi dai per cortesia le coordinate per sapere di più sul referendum già depositato del m5s?
Ti ringrazio. Stefano

Kalsifer ha detto...

Dire che non serve a nulla, equivale ad aiutare la Casta e tutto quello che le gravita attorno.
Io dico: cominciamo a firmare nei Comuni. Poi, si vedrà.
In ogni caso, se si dovessero raccogliere 3 o 4 milioni di firme, voglio vedere con che coraggio si nasconderanno dietro a "magheggi" legislativi.
Mettere una firma non costa nulla e cmq, sarà sempre meglio che stare seduti davanti a un PC a criticare e basta. Poco ma sicuro.

Salvatore Baiano ha detto...

@kalsifer Concordo pienamente,ma sono alquanto pessimista;rammenta che c'è un referendum il cui esito plebiscitario è -a tutt'oggi- disatteso:mi riferisco a quello sull'Acqua Pubblica...Purtroppo siamo una massa senza nome nè volto alla mercè di bagasce e lenoni privi di cultura e moralità.Hanno la sfacciataggine di non nascondersi più,l'arroganza di non provare più almeno a mascherare le loro malefatte...Non so se esista un modo democraticamente valido per debellarli...

Pisenti ha detto...

POVERA ITALIA

Sconfitta di una economia politica, diretta da dissipatori,
corrotti, corruttori e del Popolo Sovrano traditori.

Oggi,della Repubblica è un giorno di festa,
con un Parlamento, dove c'è tutta una minestra.

Della mia Italia, vedo tutti simulacri,
... ma, la gloria, non vedo, solo una montagna di debiti e di ladri.

Non vedo dei Padri Nostri, che ai posteri hanno lasciato onore,
il risp
etto della Costituzione, ma, vedo, solo superbia e disonore.

Si specula su tutto:sull'economia,sull'imposta e tassa,
sui pensionati e lavoratori, pur di fare cassa.

Perfino sul terremoto,
con paesi e città ridotte in miseria e colabrodo.

Sull'onda dell'emozione è pronta la promessa,
poi nei fatti, la manfrina pressappoco è sempre la stessa.

Chi ti ridusse a tale, Italia mia!
nell'infausta sorte e nella ria.

Quindici anni di storia politica tra due schieramenti,
d'insulti,di odio e, a parole, aspri combattimenti.

Un vero e proprio bordello,
è incominciato tra nonno nano e mortadella.

Mentre il debito pubblico cresceva a dismisura,
senza ricorrere a nessuna cura.

Poi,all'improvviso, è tornata la pace.
Ora, tutto tace.

Ma, è una pace apparente,
per calmare la gente.

C'è chi crede ancora di rappresentare l'assoluto potere,
con il titolo di cavaliere.

Chi non ha titolo, è solo un mandante,
che crede di risolvere tutto, con aria di comandante.

Sono uomini falsi e crudeli,
servitori d'infedeli.

I primi segnali sono arrivati,
forti, chiari ed arrabbiati.

Alle prossime elezioni politiche, ci sarà il grande botto,
molti politici di professione dovranno far fagotto.

Con un'arma indolore,
che va dritta al cuore.

E' il voto democratico segreto,
che spazzerà, via della casta, l'alto ceto.
Vincenzo Tatti

Kalsifer ha detto...

Il problema che purtroppo molti ignorano è che con il MES (acronimo di Meccanismo Europeo di Stabilità) stanno letteralmente consegnando le vite dei Cittadini onesti nelle mani di una dittatura Europea.
Anzi, forse anche ben di peggio: un’oligarchia a livello planetario.
E non sto affatto esagerando.
Se questi mesi, anzi, queste settimane, passeranno senza che nessuno faccia niente, a partire dal 2013 sarà troppo tardi.
Eventuali proteste violente verranno represse con l'uso della forza e, in pochi anni, quel poco di libertà che ancora rimane verrà definitivamente tolta.
Alle future generazioni toccherà una vita non da persone, ma da "consumatori" sfruttati e senza diritti.
E quel che sarà peggio è che, considerando l'irresponabile e assurda gestione delle risorse del pianeta (senza contare il grave inquinamento), tra qualche decinna di anni (ma forse meno), le persone comuni saranno addirittura costretti a scannarsi per un bicchiere d'acqua e un tozzo di pane, menre pochi Potentati decideranno sulla Vite di tutti. Questo, ovviamente, sempre che la Terra non decida di scrollarsi di dosso prima questi parassiti che la infestano e che si chiamano "Esseri Umani".
E' ora di svegliarsi !!!

valeria brugnatelli ha detto...

Potevano rendere ancora piu' difficile la raccolta firme dal momento che non hanno messo neanche i tavoli di raccolta delle firme. NON SI SMENTISCONO MAI MAI MAI!

Pisenti ha detto...

Viaggio
Il mare è un calmo tappetto
ma dentro i suoi silenzi
ha le sue mappe, i suoi itinerari
come le sue pause e le sue fughe.
Il mare è come un naturale
sedativo, mi fa sentire
senza colpa e senza desideri,
azzurro mi dona il senso
dell’inesauribile profondità,
perché si specchia nell’icona
dell’assoluto vergine
d’un cielo senza tempo
e senza nuvole.
È l’idea dell’adolescenza
che si dilata nel sogno
delle rocce a picco
e delle spiagge ombrose
senza traccia di malizia
nell’innocenza pura.
Il mare più del paradiso
perduto mi sospinge a partire
e a ritornare, come Ulisse
nella amata Itaca
pietrosa. M’aiuta anche
a dormire tra le stelle
delle noti estive; e chi
dorme senza rammarico
più facilmente crede in Dio.
Vincenzo Tatti

Tina Telli www.tinatelli.it ha detto...

ho scoperto da oggi il tuo blog!
Complimenti!!