lunedì 23 luglio 2012

In Spagna infiamma la protesta, in Italia la caccia all'ombrellone


Gli spagnoli si riversano esasperati nelle piazze, bloccano il paese, si scontrano con la polizia, nonostante lacrimogeni e pallottole di gomma, perfino addosso ai bambini.

Gli italiani stanno a guardare, esternando al più qualche mugugno, e l'unico luogo nel quale si riversano in massa é caratterizzato dal bagnasciuga, dove lottano stoicamente per la conquista di un ombrellone.

In Spagna, sia pur fra mille contraddizioni, sembra esistere la percezione del disastro immanente che sta abbattendosi sulla testa di tutti. I cittadini tentano una reazione (magari disordinata e probabilmente inutile) e realizzano la necessità, di scendere in strada, senza che per forza di cose debba esserci qualcuno che ce li conduca per mano.

In Italia la popolazione si divide fra i lettori di Libero e del Giornale, che attendono fiduciosamente il momento in cui le forze dell'ordine e l'esercito verranno a liberarci dai banchieri che pagano loro lo stipendio. E gli ascoltatori di Travaglio e Santoro che altrettanto fiduciosamente aspettano la "chiamata alle armi" della sinistra, al momento troppo impegnata a discutere dei matrimoni gay e delle primarie.

Nel frattempo, nonostante proprio ieri sia stato approvato il MES, nell'indifferenza generale, tutti (tranne gli 8 milioni d'italiani ormai alla fame) corrono affannosamente alla ricerca di un ombrellone e di uno scampolo di battigia dove andarsi a coricare.
Il caldo imperversa e agitarsi troppo potrebbe far male alla salute, l'ha detto anche il TG.

Marco Cedolin

3 commenti:

Marica ha detto...

Che pena...è proprio così!

Salvatore Baiano ha detto...

Concordo pienamente su tutto pur rammentando, senza vena polemica, all'Autore dell'articolo postato che -forse- Santoro attende la "chiamata alle armi" della Sinistra (che è tutt'altra cosa rispetto alla banda di malfattori che sostiene di averne rilevato i Princìpii Sociali) mentre l'Ottimo (e sottintendo Travaglio) non si pasce di oziose attese ma traversa le manifestazioni culturali che, in questi periodi , deliziano la nostra Italietta tutta per smuovere le Coscienze sopite (pel caldo e l'accidia) di noi miserabili Italioti da spiaggia (laddove l'Anima giustizialista non ha connotazione sociale o colore politico...)

UfoCrusader ha detto...

Alla faccia del detto: "O Franza o Spagna, purchè se magna" e gli italiani lo mettono in pratica alla grande!