venerdì 19 agosto 2011

Veltroni, Vendola, Di Pietro e quell'aborto di referendum per la democrazia

1) ai primi di luglio un gruppo di intellettuali ed esponenti della società civile lanciano una campagna referendaria "Riprendiamoci il voto" con l'obiettivo di raccogliere 500.000 firme per l'indizione di un referendum abrogativo dell'attuale legge elettorale Porcellum: ripristinare il sistema proporzionale di "una testa, un voto" e ridare la possibilità ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti in parlamento, attualmente non eletti ma sostanzialmente nominati dalle segreterie dei partiti (info e materiali sulla campagna sono qui: http://www.referendumleggeelettorale.it/)
2) Il comitato promotore è composto da personalità vicine idealmente e politicamente al centro-sinistra, ma i segretari di partito e i capicorrente si inalberano, confabulano, si riuniscono. Esortano i promotori a bloccare la raccolta firme e a ridiscutere con loro i termini della proposta referendaria.
Dal comitato arriva la disponibilità a discutere ma senza fermare la raccolta firme.
Dinanzi allo straordinario successo nei primi giorni della campagna, con comitati spontanei di cittadini che spuntano come funghi in tutt'Italia, i segretari decidono di passare al contrattacco: Veltroni, Vendola, Di Pietro riuniscono i giornalisti e annunciano il lancio di una loro campagna referendaria contro il Porcellum.
3) Mentre la campagna referendiaria "riprendiamoci il voto" contiene una proposta articolata di abrogazione (che si può leggere qui: http://www.referendumleggeelettorale.it/i_quesiti.htm), la proposta dei leader di partito consiste nell'abrogazione totale dell'attuale legge elettorale in vigore e conseguentemente a loro dire il ripristino della legge precedentemente in vigore.
Tuttavia la giurisprudenza costituzionale - nel 1992 la Corte Costituzionale cassò altre proposte referendarie simili - spiega chiaramente l'inammissibilità della "vacatio legis" in materia elettorale: in parole povere, l'abrogazione non determina il ripristino della legislazione precedente.
4) si tratta quindi di un controreferendum puramente strumentale che non ha alcuna pretesa di cambiare la legge elettorale, ma piuttosto di bloccare la campagna referendaria nata dal basso e probabilmente non molto gradita a leader di partito e capicorrente in quanto determina l'azzeramento totale della loro possibilità di controllare chi eleggere in parlamento.
5) Il comitato promotore, per non dividere il fronte dell'opposizione antiberlusconiana, interrompe la campagna referendaria "Riprendiamoci il voto", scrive un comunicato per i comitati locali sorti in giro per l'Italia e si ritira di buon grado (http://www.referendumleggeelettorale.it/letterafinereferendum.pdf)
6) Di tutto questo, non troverete traccia nei giornali, che siano orientati a destra o a sinistra. Chissà come mai....

S.T.
p.s.= anche sul referendum sull'acqua, Di Pietro ebbe lo stesso atteggiamento di rottura nei confronti della campagna referendaria
(per rinfrescare la memoria: http://notiziegenova.altervista.org/index.php/te-lo-nasondono/1113-di-pietro-scontro-e-polemiche-con-il-comitato-per-lacqua-pubblica) La corte costituzionale però dichiarò inammissibile la sua proposta e solo da quel momento decise di accodarsi ai comitati civici per l'acqua.
In questo caso invece, una volta cassato il loro referedum, non ci sarà alcun altro quesito sul quale "ripiegare".

39 commenti:

liberodipensare ha detto...

Adesso è un pò piu chiaro. Grazie
Non ci vuol nulla a scrivere due parole in piu e citare quante piu possibile fonti per un approfondimento e chiarezza.

Vincenzo Dornetti ha detto...

Un appunto: Veltroni non è segretario di partito, a differenza degli altri due. Mi embra una svista abbastanza grossa questa. grazie

L'intruso ha detto...

Io non mi fido più di nessuno tranne che di Notizie del futuro

solo su http://notiziedelfuturo.blogspot.com si trova un po' di vertià satirica...

ricordiseriali ha detto...

Cmq non ne trovi traccia sui giornali, perchè sta cosa è una "non notizia"...tutto qui!! rilevanza politica zero.... qualunquismo a palate, dietrologia spicciola e inutile. Senti lascia fa'...cambia mestiere senti a me! Scrivi di erboristeria, consigli per togliere le macchie dai capi delicati... ma lascia stare questi articoli inutili e per nulla costruttivi. ;-)

R3dH4wk ha detto...

La casta sono tutti lor signori, dall'estrema destra all'estrema sinistra. Nessuno si salva. Ne si salverà, se continua così....

Paolo ha detto...

parli parli parli ma non agisci mai, oggi come oggi è tempo di agire non di chiacchiere....

Mia moto ha detto...

Nel 1992 la Corte Costituzionale affermò l'inammissibilità della vacatio legis, semplicemente perché dietro la legge elettorale che allora si voleva abrogare non c'era nessun'altra legge precedente e una sua abrogazione totale avrebbe quindi generato un vuoto legislativo. Il che non è assolutamente il caso attuale, in cui c'è una legge (270/05) che ha sostituito la precedente Legge Mattarella (1993).

La gente deve capire che questi referendum sono l'unico strumento per rilanciare il nostro paese. Quando si sono ottenuti dei risultati (vedi legge elettorale per i comuni e regioni) i cittadini hanno potuto finalmente eleggere il proprio sindaco, a dispetto dei giochini di palazzo che imperversavano in passato anche negli enti locali. Ciò ha consentito ai cittadini di eleggere candidati realmente rappresentativi, operando una selezione in base alla loro credibilità, e ciò ha permesso una alternanza tra schieramenti e un ricambio che prima era impensabile.

liberodipensare ha detto...

Paolo, poniamo che tutti gridassero : "fuori dal Parlamento e vogliamo persone nuove e pulite". Sii sincero, pensi che basterebbe ? Vuoi entrare nel Parlamento e dare senso a quel che dici? Prego, accomodati,non mancherò di venirti a trovare nella sezione ospedaliera di qualche carcere. Avrai la testa rotta a furia di manganellate ed avrai della tua libertà...un ricordo giovanile

liberodipensare ha detto...

Concordo con Mia Moto in tutto. Adesso potrei intervenire sulle differenze tra le proposte dei due refendum.
Non sono "vendoliano" (dio mi scampi dai gay ed dagli ipocriti...18000 euro mese), ma Vendola è un esempio di "elezione popolare". Pensateci su, contro l'esponente del PD alle primarie, contro il clericalismo puglese (ogni prete in Puglia fà politica), contro Fitto esponente del potere anche bancario in Puglia. Anche contro il suo orecchino da gay.

ida ha detto...

nessuno pubblica niente,perchè? sono tutti nello stesso calderone,interesse per l'Italia o per gli italiani?ma chi se ne frega..il loro portafoglio à la priorità su tutto, tutto il resto è zero Ida

Master of Disaster ha detto...

IdV PD e SEL sono i cani da guardia della casta, peggio ancora dei loro dirimpettai.

Alessandra ha detto...

Che casino che c'e' in Italia..

liberodipensare ha detto...

il casino cosiddetto è voluto. Orchestrato ad arte. Se osserviamo, anche presentare un semplice referendum diventa un casino. Anche e seppure un referendum viene approvato...vogliamo vedere quello contro la privatizzazione dell' acqua. Nessun rispetto per le 'decisioni' della maggioranza dei cittadini.

liberodipensare ha detto...

A mio modesto avviso qui sono da ricercare i motivi del ritiro della proposta "Passigli".
Si deve tener conto che basta una semplice omissione o una contraddizione dei vari articoli di legge, che potrebbe indurre la Corte Costituzionale a dichiarare inamissibile una proposta di referendum. Osservate e considerate che sono state presentati tre quesiti e tutti sulla falsariga del primo quesito.

QUESITO N°1

«Volete Voi che sia abrogato il Decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n.361, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive, titolato "Approvazione del testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei Deputati", limitatamente alle seguenti parti?:

Art. 1 comma 2 limitatamente alle parole "con l'eventuale attribuzione di un premio di maggioranza, a norma degli articoli 77, 83 e 84" Art. 14 bis comma 1

Art. 14 bis comma 2

Art. 14 bis comma 3 limitatamente alle parole "nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come capo della forza politica. I partiti o i gruppi politici organizzati tra loro collegati in coalizione che si candidano a governare depositano un unico programma elettorale nel quale dichiarano il nome e cognome della persona da loro indicata come unico capo della coalizione.....ecc ecc"

cosi segue questo primo quesito e del resto gli altri due. Quindi basterebbe un solo cavillo per rendere la richiesta non accettabile. Molto probabile che i promotori si siano accorti di ciò, e che l' abbiano ritirata a vantaggio (forse dietro consultazione) della proposta di pietro-vendola-veltroni.
Qui vorrei far notare un' altra stranezza della nostra legislatura :Decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957
Vale a dire che si preferisce aggiungere comma ed altre diavolerie dal 1957, piuttosto che depennare una vecchia legge a favore di una nuova. Ecco anche qui il casino italiano...come scrivono Rizzo e Stella del Corriere della Sera

rivoluzionitaly ha detto...

Spaide Ciuman, ma perchè non TOGLI GLI SPAZI PUBBLICITARI SUL TUO SITO???

La gente finirà con non darti più peso. Lo sanno tutti che Blogspot è una piattaforma gratuita ed hostata da Google, pertanto non ha costi di hosting.

Perchè quindi inserisci spazi pubblicitari? E voi, italiani ormai in rovina, perchè votate ancora la destra, la sinistra ed il centro? Siete per caso così imbecilli da non capire che questi omuncoli nefasti faranno sempre il loro sporco gioco?

liberodipensare ha detto...

Ed è cosi che la proposta di di pietro-vendola e veltoni trova una valida giustificazione. E semplice : toglie semplicemente il nuovo (porcellum) per riprestinare il vecchio (mattarellum) e dopo , si spera nella prossima legislatura, modificare la legge interamente.
Non vi sono altre strade.
Però non si deve dimenticare che se sarà apportata una qualche modifica alla legge elettorale...decade anche la proposta di referendum. Ciao S.T.

liberodipensare ha detto...

Non so se è vero. Si dice che Vendola percepisca 18.000 e piu al mese. Ma è vera questa notizia ?
Fosse vera uno cosi lo manderei subito fuori a calci nel sedere. Altro che referendum.

aktis ha detto...

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/birichi-vendola-il-governatore-con-la-s-sifula-ha-tanto-a-cuore-la-piaga-28869.htm

ECCE HOMO
NO DI MENO
ecco Vendola

Giovanni ha detto...

MA ALLORA NON AVETE CAPITO!!!!SONO TUTTI UGUALI ..LA CASTA E' LA CASTA SIA ESSA DI SN DX O CENTRO.
TUTTI MANGIANO ALLA STESSA MANIERA COMPRESI I FUORIUSCITI ..UNA CASTA DI EX 2300 ONOREVOLI TROMBATI E NON RIELETTI CHE CONTINUANO AD AVERE PRIVILEGI E LAUTE PENSIONI (VEDERE AD ES.IL PECORARO O IL CUBANO BERTINOTTI 5500 EURO DI PENSIONE IL PRIMO E NON SI SA IL GRANDE COMUNISTA CHE SI ACAPARRA PENSIONE DOPPIE DI DEPUTATO EX PRESIDENTE CAMERA ETC VALORE STIMATO SUI 10000 EURO MESE)).
POI PERO' MODIFICANO LA LEGGE PENSIONISTICA(ANCORA IN BALLO)PER FARCI ANDARE IN PENSIONE A 65 ANNI.
FRATELLI D'ITALIA ..L'ITALIA NON SI DESTERA' MAI!!!!SIAMO TROPPO C......I.

claugo ha detto...

Quando si mettono a confronto due politici ognuno di loro dice la propria verità. Dietro questo però si nasconde un interesse personale o di partito che la gente comune non percepisce istantaneamente, ma solo dopo nei fatti capisce quanto queste verità siano fasulle. Noi abbiamo bisogno di politici onesti ed è solo questo che ci può togliere da questa situazione di mediaticità corrotta in cui ognuno dice la sua verità. Non è possibile che in questa società ci siano solo dei personaggi politici ARRAFFONI E CORROTTI. Se è così il concetto di politica deve essere rivisto e, come tutte le cose che rinascono, c'è bisogno di una pulizia totale. Tutti i nostri politici devono essere mandati a casa. Bisogna far si che i giovani si riaffaccino alla politica con il concetto di ideologia sociale e prendano in mano la situazione. Tutto il resto è pura demagogia.

plikketella ha detto...

https://www.facebook.com/VATICANOPAGATU?sk=wall

The Invisible Man ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
The Invisible Man ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
The Invisible Man ha detto...

Italia Svegliati! - non visitarlo se ti senti ITALIOTA.

plikketella ha detto...

http://www.facebook.com/VATICANOPAGATU?sk=wall

aktis ha detto...

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-serravalle-delle-mie-brame-gavio-dixit-mi-sono-impegnato-con-fassino-e-d-28878.htm


CREDERE è più facile che PENSARE

Torino la + indebitata d'Italia ha eletto Fassino il portatore di libertà e oppressione spalmatore sui cittadini dei debiti aiutato da uno del calibro di La Ganga.
Certo c'è da spartirsi la TAV.

amicodeipolitici ha detto...

COSA STIAMO FACENDO OLTRE ALLE LAMENTELE? VOGLIAMO ORGANIZZARCI FACENDO PROPOSTE CONCRETE ? LE HO SENTITE TUTTE (La casta.Baby Pensioni, Vaticano, Contributo di Solidarietà, Spider Truman chi è, Manovra Ladrona, L'Islanda etc..) OK CI SONO 1000000 ragioni per fare qualcosa... ORA Basta che ognuno faccia una sua proposta sostenibile, ed oltre che lamentele cominceranno a nascere le idee...es. proviamo a dare un segnale ..non rinnoviamo l'abbonamento alla tv, non guardiamo + il calcio, non giochiamo + il superenalotto, insomma proviamo a dare un SEGNALE, forse è più facile di quello che sembra l'importante e mostrarsi Uniti, Compatti e Sincroni!

Bellerofonte ha detto...

Ciao ST, apprezzo tutte le informazioni che dai sui malandrini della politica che vivono alle spalle dei cittadini onesti. Il mio cruccio su di te e quello che pubblichi mi porta a fare una considerazione. Perchè oltre al pubblicare le malefatte non dai segnali o indichi la strada da seguire per poter contrastare La Casta dei Filibustieri? Ad esempio comitati, associazioni e quant'altro di legale (per ora) si può fare.

Bellerofonte ha detto...

Amicodeipolitici non giocando al lotto o lotterie, non guardando più calcio o altro che hai scritto pensi di creare un problema alla Casta? Negativo io sono per le azioni popolari, per far cagare in mano gli amici della Casta. Nella loro ovatta non si rendono conto che l'Italia è una polveriera pronta ad esplodere.

NevicaIlVentisei ha detto...

Bellero....purtroppo sta polverieraè tenuta buona da inter juve rossi contro verdi neri rumeni contro nativi ectcttc, tutto orcherstrato, tutto studiato a tavolino, finto pd contro finto pdl, dividi et impera, l'unica vera soluzione è: PIAZZA AK47 in seguito a un consolidamento popolare a una unione di intenti e non di idee, di ideologie politiche o altre amenita, che non verra mai in questo paese.
Ora se i SIg. cortesi della DIGOS che verranno a trovarmi una mattina avessero la cortesia di non sfondarmi il portone di ingresso, che essendo io, un operaio al minimo sindacale anche part time....

Bellerofonte ha detto...

Ma non pensare che le forze dell'ordine se la passino meglio di noi. Anzi potrebbe nascere il cambiamento proprio da una loro protesta (chiamiamola cosi), xk la fine del mese, con lo stipendio che prendono, arriva dopo il 15/18 del mese e le difficoltà le hanno anche loro come noi. Te ne parlo a ragion veduta.

Aldus ha detto...

Ed allora, Bellerofonte, tutti uniti contro la Casta: basterebbero qualche migliaia di poliziotti arrabbiati e la gente assieme e sarebbe l'inizio della Rivoluzione. Che durerà poco, perché i politici italiotti sono quasi tutti dei cagasotto, da Bossi a Fini a Casini a Berlusconi a Tremonti a Alfano a pulcinellaGasparri a Gattomammone a Bertinotti a Vendola a Bersani e a Di Pietro.

Ramo54 ha detto...

Salve. Non abbiamo bisogno di questi politici per andiare avanti ugualmente. Non possiamo lasciare che una legge così (il porcellum) continui a toglierci il diritto di decidere chi ci rappresenta-governa.

Vacanze in Albania ha detto...

PAROLE PAROLE PAROLE.....

seesicily.com ha detto...

Non riesco a capire come ancora oggi ci sia gente che pensa ad un cambiamento mandando a casa solo Berlusconi (NON SONO UN BERLUSCONIANO MA LO SONO STATO) quello che gli ITALIANI devono capire ma che in gran parte ormai lo sanno il problema in Italia è la politica italiana ormai malata da tempo il suo male rappresentato dal cancro e parassitismo della classe politica o casta, ancora oggi nonostante le precarie condizioni economiche in cui ci ritroviamo sempre grazie a questi ultimi si ostinano ad attaccare le classi deboli che alla fine reggono veramente l'economia italiana operai e piccoli commercianti dipendenti e pensionati, mettendoli gli uno contro l'altro cosi cercano di distoglie lo sguardo dal vero problema i Politici con i loro mega stipendi ed i loro mega privilegi , poi gli errori di tutti quei lavori pubblici abbandonati soldi dei poveri italiani che si sono spaccati la schiena per guadagnarseli e poi vedere i propri sacrifici scialacquati da questi quattro politici sciampagnoni .... Dobbiamo carpire che al parlamento non abbiamo uomini o donne di sinistra o di destra ma solo un cumulo di parassiti che vive alle spalle del povero italiano che tutte le mattine se ha la fortuna di avere un lavoro sia regolare che in nero va a rompersi la schiena e quei soldi anche se in nero fanno in modo di far girare l'economia perché rimangono e vengono spesi in Italia ...... non come quelli dei politici con imperi economici all'estero e quelli si che non entreranno più in circolo nell'economia italiana.....

eco ha detto...

condivido l'articolo e aggiungo:

http://www.gruppocinqueterre.it/node/821

segnalo tuttavia che Passigli con una seconda lettera esorta a riprendere e continuare la raccolta firme per il proporzionale

eco ha detto...

ti faccio i complimenti spidertruman
in mezzo ad un sacco di balle che raccontano la tua ricostruzione è chiara e utile
sottolineo però che labugia più clamorosa con cui si cerca di prendere in giro un pò di sprovveduti della sinistra è che il referendum sia contro le liste bloccate; il sistema che riprongono ridà alle segreterie dei partiti la scelta nei collegi ( i famosi paracadutati da Roma di triste memoria..)

prometeo56 ha detto...

POVERA ITALIA... REFERENDUM?SARANNO SEMPRE LE SEGRETERIE A SCEGLIERE CHI CANDIDARE.A ME RIFONDAZIONE HA NEGATO LA TESSERA PERCHè IN SEZIONE AI TEMPI DI BERTINOTTI LE CANTAVO CHIARE. IN 4 ANNI TUTTE LE PEGGIORI PREVISIONI SI SONO AVVERATE.-il peggio è che le nuove generazioni se ne fregano della politica, pertanto andrà sempre peggio, a meno che non spunti anche quì una specie di primavera araba per sbatterli fuori a calci nel culo e metterli lavorare gratis in miniera!

tudor ha detto...

Ora ne siete convinti che il referendum non poteva passare?!