sabato 17 settembre 2011

Dopo il Trota lumbard, arriva anche il cefalo molisano: per il figlio di Di Pietro un bel posto in consiglio regionale.

Cristiano Di Pietro, il figlio del leader Antonio Di Pietro, dopo esserne riuscito a venirne fuori dall'inchiesta che lo ha visto indagato per corruzione, turbativa d'asta e abuso d'ufficio è pronto per il grande salto.
Dal consiglio provinciale al consiglio regionale, con stipendio dieci volte maggiore e soprattutto una bella pensione garantita dopo 60 mesi di duro lavoro nell'aula consiliare di Campobasso.
Il figlio del presidente naturalmente sarà candidato  nella lista del partito del papà alle elezioni regionali del 17 e 18 ottobre in Molise.
Per fare spazio al trota molisano, i vertici dell'IDV hanno fatto fuori dalla lista diverse persone per non intralciare la corsa del giovane Di Pietro.
Il disastro economico, politico, sociale e culturale nel quale questo governo stà facendo precipitare il nostro paese, non autorizza nessuno a chiudere gli occhi e tacere quando le porcherie, il familismo e la corruzione esondano anche dall'altra parte.
Naturalmente Di Pietro e suo figlio ribatteranno che si tratta di una discriminazione: perchè il figlio di un politico di professione non può far anche lui il politico di professione?
Certo, giusto. guarda un pò il caso tra migliaia di iscritti dell'IDV toccherà proprio al figlio di Di Pietro la sventura di doversi candidare ed essere eletto.
Accomodatevi pure, Di Pietro senior e junior, però sappiate che in futuro sarà difficile per voi spendere una critica sul nepotismo, sulla lungimiranza del Trota di turno. difficile poi....basta avere una buona dose di ipocrisia e quella purtroppo non manca mai ai politicanti di professione.


S.t.

63 commenti:

Andrea Rattacaso ha detto...

Questo caso è completamente diverso da quello del Trota. Trota ha finito la maturità ed è entrato direttamente in politica, il figlio di Di pietro invece, seppur facendosi aiutare dalle conoscenze del padre, è sicuramente più capace.

Inoltre, dato che è uscito fuori dall'inchiesta che lo interessava, ora mi sembra più che riabilitato.

Carmine Di Rienzo ha detto...

Cristiano non ha fatto 3 volte la maturità...
Vero è che per opportunità politica sarebbe stato meglio evitare, ma fare di tutta l'erba un fascio è una operazione quantomeno superficiale.

Peter ha detto...

Il segreto di pulcinella, si è candidato, e le liste sono pubbliche credo..

gakahoshi ha detto...

In altri tempi il problema non si poneva (Vedi uno per tutti Mariotto Segni), e non dovrebbe porsi neanche ora: il problema non è la parentela del Trota con Bossi, ma il suo essere un semialfabeta ottuso e razzista. Inviterei infine chi scrive i post, anche se non è un giornalista, a scrivere in italiano, usando congiuntivi e condizionali in modo appropriato ("per paura che avessero potuto dar...." deve diventare "per paura che avrebbero potuto dar... o potessero e su "sta" l'accento non va). Nella battaglia contro l'oscurantismo culturale questi non sono dettagli.

L'intruso ha detto...

Di Pietro è un politico... come gli altri...

Notizie del futuro non è un blog come gli altri...

contro la politica del qualunquismo, il vademecum

solo su http://notiziedelfuturo.blogspot.com

Pasquino ha detto...

Tra l'altro, per cortesia, l'italiano. Dopo i punti credo sia doveroso usare la maiuscola e, sempre per cortesia, evitiamo i tre puntini di sospensione che fanno molto adolescente alle prime armi con la penna (o tastiera in questo caso). Grazie.

diego minuzzi ha detto...

gakahoshi, si sta parlando di Di Pietro: fare i precisi con i congiuntivi è un fottuto autogol !!

lucy ha detto...

X LA MISERIA MA XKE CI SCANDALIZZIAMO SE QUESTA GENTE PENSA A SISTEMARE I PROPRI FAMILIARI IN QUEI POSTI, MA NOI AL POSTO LORO CHE FAREMMO? SI SA CHE CHI STA IN MEZZO AL MIELE SI LECCA LE DITA.CMQ CIO NN TOGLIE CHE LA QUESTIONE CI FA IMBESTIALIRE A TUTTI E TANTO LORO COMANDANO E FANNO QUELLO CHE VOGLIONO.DI PIETRO A FARE IL MAGISTRATO CHI GLIELO FACEVA FARE? DOPO FALCONE E BORSELLINO MICA STUPIDO LUI!!!!!!!!!

marco fumetto ha detto...

@gakahoshi: forse non tutti hanno avuto il privilegio di frequentare le scuole che hai fatto tu, e quindi? Seppur carenti in italiano non hanno il diritto di postare un commento? Spesso e volentieri chi non conosce sintassi e punteggiatura posta commenti più intelligenti di mille altri "cattedratici del" web.

diego minuzzi ha detto...

Capita anche a chi conosce la sintassi di sbagliare. Si dice che Ernest Hemmingway avesse 5 correttori di testi !!!

cosimo ha detto...

era peggio se gli avesse procurato una nomina ad un ente come oscuro funzionario o un posto di sottogoverno, per il quale avrebbe fare compromessi ed inciuci con il potere malsano che combatte. Candidandolo lo espone al giudizio degli elettori,basta non votarlo se chi lo conosce crede non meriti. Il padre certamente lo conosce bene e si fida. A uno che incappa in cocenti delusioni come quella avuta da Scilipoti, non resta che provare col figlio onesto e bravo lavoratore

Antonio ha detto...

Definire Di Pietro un "politico di professione" mi sembra eccessivo, visto che nella sua vita ha fatto l'operaio, il carabiniere, il magistrato (con ottimi risultati) ed infine si è dedicato alla politica.

Max ha detto...

E QUINDI TUTTI IN POLITICA ?? TANTO A LAVORARE CI VANNO SOLO I FESSI ?? E POI ENTRARE IN POLITICA CON LA GAVETTA E' UNA COSA....... MA AVERE IL POSTO ASSICURATO CON MANOVRE DI PARTITO E' UN ALTRA....... CAMBIA L'ORCHESTRA MA LA MUSICA E' SEMPRE QUELLA !!!!!!

Konsuelo ha detto...

Non ci vedo nulla di male. E' ovvio che il figlio di un politico ha la strada spianata ed è anche certamente più competente di giovani senza una guida. A me interessa quello che fa e non chi è. Il Trota fa rabbia per la persona che è e per quello che fa: becero, ignorante, razzista e inutile. Questa è una situazione molto diversa. Mi stupisce il paragone e mi stupisce anche il rilievo praticamente a zero di questo articolo.

Leonardo ha detto...

Veramente lo stesso Dante, dopo i tre puntini di sospensione, metteva la minuscola... e credo la mettesse nel rispetto della grammatica italiana (che forse all'epoca neanche c'era ancora).
Quindi se dovete inutilmente prendere per il culo qualcuno per l'uso o abuso che fa della "nostra" lingua... fatelo almeno su basi sensate...
Visto che la maiuscola si usa solo se, dopo i tre puntivi di sospensioen, si inizia un altro periodo.
... ridicoli!

Leonardo ha detto...

... ah, ovviamente, del mio precedente messaggio, noterete solo l'inversione di e con n in sospensione...

Max ha detto...

Cmq ragazzi resta il fatto che esiste chi tira la fine del mese quando c'e' la fa e esiste questa gente che prende stipendi incredibili e viaggia e mangia mettendo tutto in conto a chi lavora e tira avanti con uno stipendio........... troppi privilegi e sempre ai soliti furbi......

si sentisse in Italia almeno per una volta che questa gentaglia rinuncia allo stipendio anche solo per 1 mese..... solo per dare un segno al paese........

Max ha detto...

Se poi mettiamo che mentre tutto il mondo va' in piazza noi invece siamo presi dallo sciopero dei calciatori e da quante escort si tromba il cavaliere...... siamo messi male.......

Max ha detto...

mi sa che questo blog ha qualche problema nel registrare l orario........

ogage ha detto...

Per gakahoshi.
C'è qualcosa che non mi torna in questa piccola precisazione: "per paura che avessero potuto dar...." deve diventare "per paura che avrebbero potuto dar..". Può spiegarlo meglio cortesemente?

giovanni56 ha detto...

Stupido è chi guarda la forma e non la sostanza (Forrest Gump?), certamente non il figlio di Pietro. Meditate.

lory.franzy ha detto...

Con grande rispetto delle opinioni vostre mi permetto di dire che il figlio di Di Pietro è stato assolto perchè cane non mangia cane ed è ovvia la conclusione dell'indagine! Per quanto riguarda la candidatura sono disposta a scommettere soldi che verrà eletto xchè tatticamente la candidatura è in Molise guardacaso i Di Pietro sono originari di Montenero di Bisaccia provincia di Campobasso . Regione Molise ..,.. meditate gente meditate !!!!!

Zipper ha detto...

Tutti uguali, e voi che lo difendete non siete poi molto diversi da quelli che difendono il nano :)

Leonardo ha detto...

Con grande rispetto delle opinioni vostre mi permetto di dire che il figlio di Di Pietro è stato assolto perchè cane non mangia cane ed è ovvia la conclusione dell'indagine!

Senza offesa per chi l'ha scritto, non ci vuole un genio per arrivarci.
Con offesa per chi invece non ci arriva, la democrazia purtroppo tiene in considerazione anche il vostro voto...

Mr SaBo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mr SaBo ha detto...

Stando alla prima impressione mi verrebbe di dar ragione all'autore dell'articolo, tuttavia se ne è uscito pulito dalle accuse a lui (figlio) imputategli, non vedo motivo alcuno perchè non dovrebbe occuparsi di politica. Mi interesserebbe invece capire in che modo è caduta la scelta su di lui per la candidatura, se la decisione sia stata dettata a seguito di una scelta libera e democratica e non si tratti dell'ennesimo caso di raccomandazione che come il conflitto di interessi da anni corre da destra come a sinistra e passando per il centro. Spero non sia questo il caso. Tutti vorremmo sistemare i notri parenti, ovvio... ma non è proprio ciò una delle cause a del male che ha ridotto il paese nello stato in cui si trova? Forse occorrerebbe cambiar modo di ragionare a monte per poter cambiare in positivo e per il bene della collettività, facendo in modo che siano aboliti vitalizi, pensioni facili ai politici ed altre elargizioni finanziate con le tasche dei contribuenti. "Togli il miele dalla finestra e vedrai che l'orso non lo prenderà!" - Una buona serata a tutti.

stambeccuccio ha detto...

rega' ma io che parlo romananesco come er poeta Trilussa, posso posta' su 'sto Blog?
Oppure debbo per forza scrive' in itagliano !?
Riguardo er topic dico semplicemente che questo è 'nartro caso di nepotismo.
Potete girà er discorso ed argomentare come ve pare, ma è difficile credere diversamente.
Cmq, staremo a vede' quello che "costui" sarà capace de fa' concretamente...

Aris ha detto...

Ha ragione Spider, per me per fare il politico devi essere corrotto, una persona sana di principi non può fare questo mestiere, e anche se fosse (sano di principi) non farebbe strada in politica. Morale della favola SONO TUTTI UGUALI, fanno venire il voltastomaco.

mdp85 ha detto...

Questo articolo mi sembra insensato e generico.
Un consigliere provinciale che si candida al consiglio regionale è piuttosto comune e naturale.
Il figlio di Di Pietro sta facendo la stessa carriera della maggior parte dei politici.
Il caso del trota non è paragonabile. In quel caso è stato candidato al consiglio regionale senza gavetta, senza nessuna esperienza lavorativa e con una carriera scolastica imbarazzante.
Comunque vorrei sapere quali possibili candidati dell'IDV sono stati fatti fuori per far spazio a Di Pietro.

Bellerofonte ha detto...

Ma questo arrogante del figlio di di pietro non era in polizia, come del resto il padre? Strana la vita pare il papà stia preparando il terreno per un futuro dorato al figliolo trota del Molise, anzi più che trota direi megattera del molise. Non esiste più ritegno allo scempio ormai quotidiano della CASTA. Para che stiano arraffando a più non posso come se avessero la sensazione che tutto il loro regno stia finendo da un momento all'altro.

technet ha detto...

"questo caso è completamente diverso da quello del Trota" è vero il cefalo è un pesce più brutto e se è capace la metà del padre lui più il trota manderanno in sfacelo l'italia sempre di più

ciccio ha detto...

... capace de che? ... de magnàaa ???

;Ch.~ ha detto...

Voi vi domandate se sia giusto che il figlio di un politico faccia il mestiere del padre (scalzando altra gente). Io mi domando invece se Di pietro junior sa fare qualcosa, se dall'esperienza in consiglio provinciale ha imparato a fare politica e se è uscito pulito dall'inchiesta.
Se fossi molisana,votassi idv e avessi risposto sì a queste tre domande voterei "il cefalo" senza problemi,il fatto che "altra gente" sia stata scalzata non significa automaticamente che erano più preparati del delfino di Tonino.

faustpatrone ha detto...

Sapete che c'è? Che gli Italioti sono perfetti per essere fottuti dai politici. Ogni volta vengono fregati dal politico A e prendono il B per un salvatore. B naturalmente li incula, ed ecco che tutti tornano da A in ginocchio... A li frega a sua volta ancora ed ecco tutti pronti a osannare B che ne approfitta di nuovo...

senza fine. senza soste.
senza che nulla possa cambiare.

i politicanti: tutta famiglia. posti extralusso garantiti ai parenti. tutti uguali, ma c'è persino anche in questo frangente ove il professionismo politico ha dimostrato la sua pericolosità e i disastri chi difende un privilegiato piuttosto che un altro.

un popolo così è un peccato non fotterlo. cara Casta stai in una botte di ferro e ricordati che al peggio e alla bovinità degli italioti non c'è fine. studiane di nuove, vai tranquilla.

thebxxx ha detto...

Onestamente non ci vedo niente di male nel fatto che il figlio di un politico faccia il mestiere del padre.
Non conosco le gesta del figlio di Di Pietro ma credo fermamente che peggio del Trota non possa essere!!!

Leonardo ha detto...

Chi giustifica questo tipo di nepotismo, tanto a destra come a sinistra, ha la funzione sociale della vasellina.
Vasellina che la politica usa per metterlo al culo a una sessantina (quasi) di milioni di italiani.
Complimenti!

liberodipensare ha detto...

Pasquino ha detto...
Tra l'altro, per cortesia, l'italiano. Dopo i punti credo sia doveroso usare la maiuscola e, sempre per cortesia, evitiamo i tre puntini di sospensione che fanno molto adolescente alle prime armi con la penna (o tastiera in questo caso). Grazie.


Pasquino sai perchè alcuni di noi mettono i puntini ? Perchè siamo su a commentare un articolo su questo blog. Dobbiamo per forza essere concisi ed i puntini rappresentano questo : "vorrei aggiungere altro, ma mi astengo" (sul 'vorrei' vuoi la V maiuscola ?) Non ci troviamo a scrivere su un giornale e ne siamo giornalisti di professione (su questo 'ne' vuoi l' accento o lo ho azzeccato ? o (maiuscola) si dovrebbe scrivere "l'ho azzeccato" ? )
Stiamo parlando di Di Pietro...(tiè, altri puntini!) Capisci a me...(cacchio altri puntini ). Facciamo meno i presuntuoselli...(cazzarola, altri puntini)

E poi, facciamo piu attenzione ai contenuti (su quel piu , la u finale vuoi l' accento ? Mi spiace, sulla mia tastiera non c'è la u con l' accento)

liberodipensare ha detto...

Andrea Rattacaso ha detto...
Questo caso è completamente diverso da quello del Trota. Trota ha finito la maturità ed è entrato direttamente in politica, il figlio di Di pietro invece, seppur facendosi aiutare dalle conoscenze del padre, è sicuramente più capace.
Inoltre, dato che è uscito fuori dall'inchiesta che lo interessava, ora mi sembra più che riabilitato.


Allora manteniamoci ai contenuti :
Di Pietro è stato poliziotto e da buon molisano (coccia dura come li si usa dire) ha conseguito la laurea con agevolazioni che chi è nelle forze ottiene. vale a dire, meno esami ed uno studio "all' acqua di rose". Ok. Andando presoo la procuara di Milano (culo rotto...Di Pietro scherzo, ma sai che è cosi) gli capita una indagine su un certo Chiesa del pio albergo triburzio. Ok.
Adesso per un attimo lasciamo da parte Di Pietro. A quel tempo, e siamo al 1990, tutti sapevano che i politici avevano predisposto una struttura delinquenziale per il furto nei settori pubblici ed anche privati. Tutti lo sapevano!

Mani pulite...si, proprio!
(cacchio, Pasquino, non posso fare a meno dei puntini di sospensione!)

tocanpa ha detto...

ma Di Pietro come la spiega?????Perche' , questo mi pare che ci "azzecchi" molto con i valori Italiani che lui predica. Mannaggia!!

Aldus ha detto...

Chiunque faccia parte della Casta ha fatto il suo tempo. Di Pietro è utile SOLO quando condanna la Casta, ma purtroppo è pieno di compromessi sottesi. Non sto neppure a giudicare lui o suo figlio. Se davvero vogliono essere utili, allora picconino dall'interno la Casta come facevano le quinte colonne della rivoluzione francese contro i loro pari nobili. Non vedo insomma un vero Tiberio Gracco in parlamento....Dove sono i Gracchi che si schierarono contro l'arroganza dei patrizi romani? Penso che dobbiamo movimentarci tutti per un nuovo ordine decente. Un ordine che levi anche lo stipendio ai sindaci, come si faceva una volta.

annarita ha detto...

A prescindere dalle idee politiche basta sentirli parlare per capire che la differenza c'è e si sente. Da Nuovo Molise: Cristiano Di Pietro: basta fango sulla mia candidatura alle regionali
28 agosto 2011
“Basta gettare fango sulla mia candidatura alle regionali”. Cristiano Di Pietro sbotta dopo gli attacchi venuti fuori su testate giornalistiche anche nazionali e dal social network dell’Idv pubblica un video in cui si difende. E le accuse sono state svariate: dalla casta che avanza al Trota del Molise (assimilandolo al figlio di Umberto Bossi). Il tutto per aver espresso la volontà, accettata dal partito, di candidarsi alle prossime regionali in programma per il 16 e 17 ottobre in Molise.
Di Pietro junior non ci sta a quello che ha letto, prende parola e sputa fuori il rospo: “Ho lavorato per 20 anni in Polizia, sulla strada, facendomi le ossa. Mi sono candidato alle comunali di Montenero, sono stato alla Comunità montana e consigliere provinciale eletto non nel collegio di Montenero. Ho lavorato sempre in prima fila per il partito nelle varie campagne di raccolta firme. Definirmi la casta che avanza mi sembra un po’

Cristiano e Antonio Di Pietro
eccessivo. Anche perché sulla vera casta che avanza, ce ne sarebbero di cose da dire. Ho sempre fatto il mio dovere, lottando sempre per il partito e per i cittadini”. Della serie: perché essere figlio del leader nazionale dell’Idv deve penalizzare un giovane che ha voglia di misurarsi in una competizione elettorale? Per soldi? Cristiano Di Pietro, senza peli sulla lingua, precisa: “Se dovessi entrare a far parte della maggioranza di governo i primi due provvedimenti che chiederò vengano approvati saranno il dimezzamento delle indennità e l’eliminazione dei consigli d’amministrazione che servono solo per riciclare poltrone”. Un video in cui il figlio del Tonino nazionale ricorda quanto fatto a favore dei cittadini come, ad esempio, la raccolta firme per l’abolizione delle Province nonostante lo stesso ricoprisse la carica di consigliere provinciale. Si preannuncia una dura battaglia per il figlio d’arte del politico di Montenero che, rispetto ad altri “pezz e cor”, ha solo la prerogativa di uscire allo scoperto e non limitarsi a lavorare per il babbo dietro le quinte delle sedi partitiche.

Pietro ha detto...

un po come quando mussolini mando i figli in guerra e tra l'altro li perse pure...
un po la stessa cosa..
Moralsiti del cazzo...
auguro solo a entrambe uan purga di nonmeno di 5/6 mesi...
di comune col padre vedo che c'è solo lo zigarro.

iLManigoldo ha detto...

Politici...

http://ilmanigoldo.blogspot.com/2011/09/aberratio-ictus.html


discinti saluti.

ciccio ha detto...

.. il peggio non è nè il Trota nè il Cefalo, ma gli italioti!

liberodipensare ha detto...

Si fa presto a decidere.
Nelle ultime tre consultazioni elettorali ho sempre dato il mio voto alla IDV. Cambio ed alla prossima lo darò al Movimento 5 stelle e solo se Beppe Grillo presenterà la sua canditatura.
Non cambierà nulla, ma il piacere di vedere Grillo seduto in parlamento...(Pasquino, ancora questi puntini!)

Lisa Ferrari ha detto...

sta, sta, sta... e non stà

po', po', po'... e non pò

perché, perché, perché... e non perchè



e poi fate le pulci agli altri... ma tornate a scuola!

stambeccuccio ha detto...

@Lisa.. ti amo!

liberodipensare ha detto...

..Naturalmente Di Pietro e suo figlio ribatteranno che si tratta di una discriminazione: perchè il figlio di un politico di professione non può far anche lui il politico di professione?..

Fessi. Di Pietro è un politico di professione? Ci sono politici di professione ? Berlusconi è un politico di professione ("faccio il premier a tempo perso") ? D' Alema è un politico di professione ?
Possono essere mandati via quando noi vogliamo, se lo vogliamo.
Un tempo questi figuri erano detti "imboscati e lavativi". Ma quanto siete fessi!

stambeccuccio ha detto...

@tutti gli italianizzati, fateve simpaticamente 'na cultura:
http://www.youtube.com/watch?v=z28sZe9MUTw
http://www.youtube.com/watch?v=2MWkI0s1K68

Mr. Tambourine ha detto...

Non mi sembra un paragone calzante.
Non sarebbe il figlio di Di Pietro il problema, se non esistesse il figlio di Bossi.

www.ciclofrenia.it

liberodipensare ha detto...

Condivido il parere di Mr.Tambourine, ed aggiungerei "...ed avremmo meno problemi se non esistesse Bossi"

Mi era sfuggito
Aldus ha detto...
Chiunque faccia parte della Casta ha fatto il suo tempo. Di Pietro è utile SOLO quando condanna la Casta, ma purtroppo è pieno di compromessi sottesi

Il seguito del commento di Aldus è qua su. Veramente molto interessante.

Personalmente (non so chi sia questo Cristiano) trovo che la questione sia qui:

Per fare spazio al trota molisano, i vertici dell'IDV hanno fatto fuori dalla lista diverse persone per non intralciare la corsa del giovane Di Pietro.

E vero? Cosi (Pasquino non ho la i con l'accento) fosse basterebbe ad accusare Di Pietro, politicamente. E le belle parole contro il porcellum ? Ecco che la riflessione di Aldus è pienamente condivisibile.

putiferio ha detto...

..alla faccia dei volti nuovi...

Bazzicone ha detto...

Credo che l'intervista che ha rilasciato Di Pietro senior sia più che sufficiente per capire come è andata la situazione....credo che con il potere che ha poteva in modo semplice far entrare il figlio in parlamento....ma gli ha fatto fare sia il consigliere comunale che provinciale....quindi salti assurdi di carriera nn ne ha fatti...e poi è da apprezzare la rapida risposta di Di pietro....spero che anche Dio Berlusconi risponda così alle domande dei magistrati....

Lucius ha detto...

Invece è sbagliatissimo, perchè chi ha parenti in politica è naturale che li agevoli favorendo non la normale scelta degli elettori a seconda delle capacità del votato ma la parentela, con il risultato che poii al parlamento ci ritroviamo i soliti incompetenti magna magna che ci sono oggi. Dovrebbe essere totalmente tolta la possibilità di avere un parente in politica, proprio attraverso una legge ben mirata. Di favoritismi ed incompetenti in politica ne abbiamo le palle piene.

Aldus ha detto...

A me sembra che siamo come ai tempi del fascismo in guerra : i fanti a morire al fronte e i gerarchi fascisti in piazza duomo a Milano a farsi l'aperitivo al bar zucca...

Aldus ha detto...

Ottimo commento quello di liberodipensare. Concordo. Di fatto sono tutti una massa di Fascisti Imboscati. E il Popolo soffre.

Danx ha detto...

Il figlio avrà anche fatto la trafila, ma sembra proprio che il padre abbia cacciato qualcuno per trovare un posticino a lui.
Vi pare corretto? Mi si potrebbe dire che la famigghia serve proprio a questo, cioè a trovare un posto di lavoro sicuro al figlio, ma perchè proprio uno a spese dei cittadini? Ce ne sono così tanti di lavori, loro ad esempio hanno un bel campo agricolo da usare non solo durante le vacanze pasquali ed estive, suvvia! La gente per mangiare ha bisogno di frutta e verdura, non di leggi!

pride ha detto...

errata corrige: le elezioni Regionali in Molise si terranno il 16 e il 17 ottobre 2011. La sostanza dello schifo però non cambia

mario ha detto...

Ma il figlio di Di Pietro congiuntivo non è lo stesso che ha fatto casino per una raccomandazione fatta? Ricordo che già all'epoca papà intervenne tirandogli le orecchie.
Ma Di Pietro non è quello che ha fatto un partito per fare opposizione al nano e che ha visto traslocare quasi tutti i suoi deputati nel campo avverso?
Secondo me meno Di PietrI CI SONO MEGLIO STIAMO. E questo vale a maggior ragione per il trota.

Caygri ha detto...

C'è da dire che Cristiano è laureato, non ha dato la maturità 4 volte, non vincerà in molise e tornerà al posto suo...inoltrsenza aiuto del padre...con il quale ha anche litigato.

armal ha detto...

Il figlio di Di Pietro ha fatto tutta la gavetta necessaria non è stato messo lì sul bancone come un pesce fresco, e dal momento che a Di Pietro molti gliel'hanno messa Di Dietro quale migliore persona con cui condividere i propri ideali in un cammino comune che il sangue del tuo sangue??!!

Lara ha detto...

Di Pietro? è il più portco di tutti, a partire dalla laurea, è offendere l'intelligenza poter minimamente credere che l'abbia presa onestamente. E poi pensate solo quanta gente ha inguaiato quando era giudice, un ignorante si sente dio con una toga e ti rovina.

maurizio ha detto...

@caygrl: Cristiano non solo non è laureato, ma per ha preso la maturità (tecnica), dopo essere respinto due volte, presso una scuola privata (alias: diplomificio) in Abruzzo. Tra l'altro "a porte chiuse", viste che non hanno fatto entrare (come invece la norma vorrebbe) nessuno ad ascoltare l'orale. Peggio anche del Trota e della Minetti (pure loro pluribocciati e col diploma a pagamento).