martedì 8 novembre 2011

Governo Berlusconi: la tormentata agonia non finisce qui. Resistere, comprare e minacciare

Se qualcuno crede il voto di oggi abbia posto fine alla straziante agonia del governo Berlusconi, si sbaglia di grosso.
Casini, Bersani e Di Pietro possono agitarsi quanto vogliono, ma il presidente Berlusconi continuerà ancora per giorni a vivacchiare, incurante dei danni economici e finanziari che questo comporterà.
Il governo vuol prendere tempo, sperando di posticipare il voto sul DDL stabilità- ormai irrimandabile - di quanti più giorni possibile.
Dalla compravendita dei parlamentari, dall'offerta di promozioni, ricandidature, poltrone ora passerà alla minaccia.
Probabilmente ha in mano una pistola scarica, ma lui è convinto di avere ancora qualche pallottola da sparare e sembra intenzionato a prendere la mira contro quelli che definisce i "traditori".
Bisogna mantenere i nervi saldi, aspettando che i suoi amici convincano il bimbo Berlusconi a farsi capace che il suo giocattolino è definitivamente rotto. e non basteranno i suoi assegni a sei zeri per riuscirlo a riparare

7 commenti:

65rev ha detto...

Ma tu sei contro la casta o semplicemente contro Berlusconi? Questa cosa non mi è chiara sai!

Decorazionisegrete ha detto...

Il quirinale ha detto che i dimetterà dopo la legge di stabilità...non è che può arrivare a raccontare ca**ate al Presidente della repubblica...spero.

alessio ha detto...

@65rev questo dubbio ce l'ho anche io. Berlusconi dovrebbe dimettersi è vero, ma le alternative non sono molto allettanti, in realtà tutto il parlamento dovrebbe dimettersi!!!

Monia ha detto...

ma quanto si impiega ad approvare una legge simile??

65rev ha detto...

@alessio, dico ciò perchè prima si è partiti con un'atteggiamento anti-casta e poi piano piano e con neanche troppa discrezione si è arrivati a demonizzare solo Berlusconi, tanto da pubblicare articoli che fanno festa in caso di dimissioni dell'attuale primo ministro. Ma che festa e festa qui dopo Berlusconi continuerà la casta, marionetta dei veri poteri forti, a farci la festa.

Mr. Tambourine ha detto...

Guardiamo comunque al fatto che, per l'ennesima volta, la sinistra si presenta alle imminenti elezioni completamente impreparata.

www.ciclofrenia.it

Monia ha detto...

bhè..ma se la destra si prepara..come in passato..e parla parla..ma non conclude nulla di ciò che promette..non vedo la differenza.Occorrerebbe mutare le leggi elettorali...per rinfrescare i posti mafiosi occupati da troppo tempo...alla camera.