martedì 29 novembre 2011

il neo-viceministro Grilli costretto a rinunciare al 70% del suo stipendio di 42.000 euro mensili: facciamo una colletta per aiutarlo?

Un gesto eroico, per il bene del paese: un ritornello che accompagna in queste ore la nomina del viceministro Grilli, il quale ha dovuto dimettersi da direttore generale del ministero del Tesoro per assumere il ruolo politico di vice-ministro.
Il "povero" Grilli ha infatti dovuto rinunciare al 70% del suo precedente stipendio.
Come???? Si, avete capito bene. Questo signore guadagnava fino a ieri il triplo di qualsiasi "povero" ministro o deputato.
Il suo stipendio era di 42.000 euro al mese!
Al ministero del Tesoro, nel passaggio da Tremonti a Monti, non è cambiato molto: sono tutti sempre al lavoro per studiare e pianificare tagli e sacrifici da dispensare ai cittadini e ai contribuenti.
"Se hai lavorato in fabbrica per 40 anni, mica puoi pretendere a 59 anni di andare in pensione e intascare 900 euro al mese senza più lavorare": questo ci ripetono in continuazione questi signori che intascano invece uno stipendio mensile di 42.000 euro.
Perchè per  ripianare il debito pubblico, non si parte mai dall'alto, dalle cifre stratosferiche degli alti burocrati e dei manager pubblici? Dato che tabelle e programmi di riforma li preparano proprio loro, preferiscono prendersela con pensionati e lavoratori piuttosto che con la loro stessa casta.
Padoa-schioppa, Monti o Tremonti poco importa: Grilli è sempre stato lì.
Ora invece il suo immenso atto di generosità.
Guadagnerà come viceministro "appena" 16.000 euro al mese.
Dovremmo fare una colletta per aiutarlo a sopravvivere.

13 commenti:

sandra ha detto...

azzarola che stipendi!

Imrahil ha detto...

è già qualcosa che ora non prenda 16000 + 42000..

Andrea@HP ha detto...

ma stai sempre a lamentarti e sparare a zero su tutto e tutti.... quelli coem te sanno solo fare demagogia.... vorrei proprio sapere le tue soluzioni ai problemi, invece di fare sempre resistenza.

Un personaggio comico di grande attualita' ti direbbe : "Gialluca, dai caTTo...me fai muro !!!!"

Maurizio ha detto...

Il mondo sarebbe migliore se TUTTI i paesei applicassero un principio: lo stipendio massimo non può essere superiore a 20 volte lo stipendio minimo. Qualcuno sostiene che già 10 volte potrebbe essere sufficiente.

Lince Recalcitrante ha detto...

questa è una società malata e senza buon senso che può al limite produrre gente invidiosa di chi approfitta o gente che avalla e che anzi vorrebbe molto i PRIVILEGI. Questa società è fottuta non perchè nelle altre società regni l'assoluta giustizia sociale/economica: questa società è fottuta perchè il BUON SENSO non esiste ed i privilegiati statali o privati si nutrono di ricchezza producendo povertà. E lo dico nel più totale rispetto di chi si fa il culo tutta la vita per tirare su una impresa redditizia (es. la Ferrero) ed è GIUSTISSIMO essere ricchi se ci si è sudati tale ricchezza. Ma la ricchezza che viene dal privilegio, è inaccettabile. Spolpano via la carne e noi ci nutriamo solo di ossa,
per ogni privilegiato da 10mila euro al mese, quanti sulla soglia di povertà?
per ogni privilegiato da 40mila euro al mese, quanti ridotti al debito e al furto?
Semplicemente, una volta che si è mangiato, basterebbe ascoltare il proprio stomaco e fermarsi e quando si è già abbondantemente preso una razione di scorta per domani, per la vita, per figli e figliastri, anzichè vomitare e ricominciare... questo è. anzi questo NON è in Italia: buon senso (della misura)

Lince Recalcitrante ha detto...

@Maurizio: pensa se fosse così, il comunismo piu totale! Senza pensare che è totalmente inutile perchè penso che quei 47000 almeno erano tassati. Se gli impedisci di prenderli in busta... il resto lo sai

Velkitakk ha detto...

il mio unico dubbio viene dal fatto che uno stipendo alto cosi per chi funge da direttore del tesoro è anche destinato a evitare problemi di conflitti di interessi ... poi si può parlare a lungo dell'importo "giusto" ma la logica stessa mi sembra giustificata. Ora, avete diritto di non essere dello stesso parere.
Fabio

mory ha detto...

NON CAPISCO PERCHE' QUESTA GENTE DEVE GUADAGNARE COSI' TANTI SOLDI!!!!!
COMINCINO LORO A RISPARMIARE INVECE DI METTERE TASSE A NOI, SEMPRE A NOI COMUNI CITTADINI CHE FANNO FATICA AD ARRIVARE A FINE MESE, ANZI NON CI ARRIVANO PROPRIO!!!! PORCACCIA LA MISERIA!!!!

Giuseppe Sorrentino ha detto...

E'vero gli stipendi sono comunque alti ma non è assolutamente paragonabile la responsabilità che ha un operaio metalmeccanico con la responsabilità che ha un ministro. Quindi ben che vengano i 16000 euro al mese l'importante è che facciano il loro dovere!!! Il fatto che il ministro rinuncerà al 70% del suo stipendio è solo una cosa che può far onore al neo-ministro!

Mr. Tambourine ha detto...

Avrà sicuramente più successo questa colletta che quella per la trasmissione di Santoro.

www.ciclofrenia.it

diune ha detto...

...........che sculo peró. Mi spiace davvero.

Studioone ha detto...

Parlate di responsabilità dei ministri e quindi un compenso salariale paragonabile x la loro responsibilità, bè visto che l'Italia attualmente GRAZIE A QUESTI SIGNORI STRAPAGATI è Nella M Fino Al Collo, Io Gli Darei Lo Stipendio Di 1000 € Se Poi Riporteranno Il Nostro Paese Ad Essere Un Paese Senza Declassamenti, Recessioni ecc,ecc, Potranno Ritornare a Guadagnare Anche 42.000 Euro Al Mese, L'operaio Se Fa Un Danno Grave Alla Ditta (parlando di responsabilità) Può Anche Essere Licenziato, Questi No Rimangono Li a Continuare a Mangiare Sia Che Il Loro Lavoro Lo Facciano Bene o Meno.

prometeo55 ha detto...

pensate se al suo posto ci fosse stato gasparri, di certo non ci avrebbe rinunciato