venerdì 30 marzo 2012

Il presidente del Parlamento europeo: l'euro è una truffa

Il Presidente del Parlamento Europeo non usa mezzi termini. L'euro è la più colossale truffa mai perpetrata ai danni dei cittadini. Intervenuto a una conferenza organizzata a Roma dal Forum nazionale dei giovani, la massima espressione democratica dell’Unione europea ammette l’inganno che sta facendo fallire gli Stati, costringendoli a soggiacere alle oligarchie bancarie che in alcuni casi si sono sedute direttamente sugli scranni del comando, vedi Grecia con Papademos e l’Italia con Monti . Il tedesco Schultz ammette che questo tipo di sistema monetario, dove la Bce non può prestare denaro agli Stati, ma lo presta alle banche commerciali al tasso dell’1%, le quali banche poi decidono se comprare titoli di debito degli Stati a tassi dal 4 al 7%, è stato imposto come condizione dalla Germania per entrare nell’euro.
Posizione comprensibile per la Germania, che dall’euro è stata una delle poche a guadagnarci, in quanto passata dal super Marco al più debole Euro, ha visto quindi le sue esportazioni crescere a discapito dei paesi con monete più deboli, ma non comprensibile se si guarda dal punto di vista di un Unione Europea.
Ma torniamo alla sostanza, l’ammissione di Schultz: viviamo all’interno di una truffa colossale che porta la maggior parte degli stati ad indebitarsi fino alle estreme conseguenze, con chiusura o delocalizzazione delle atività produttive, quindi perdita di posti di lavoro, disoccupazione, miseria, tagli continui della spesa pubblica, sanità, istruzione, aumento della tassazione fiscale, dei generi di consumo, suicidi, fino all’estrema ratio, ovvero il default con svendita del patrimonio pubblico e conseguente spartizione del bottino di guerra fra le solite multinazionali e finanziarie.
Insomma cosa vogliamo di più per svegliarci, forse che si presenti un funzionario di banca a casa nostra con l'atto di pignoramento in mano per dirci che la casa non è più stata nostra da quando c'è l'euro?

11 commenti:

Davide Tamanini ha detto...

quale conferenza? esistono registrazioni o comunicati ufficiali?

ABNormal ha detto...

anche io, in effetti, gradisco sempre avere dei riferimenti (video, link all'intervista...) di quanto si sta commentando.

gaston ha detto...

Date: Tue, 16 Dec 1997 09:22:14 +0100
From: G. Losio
Subject: Dire noi «no» all'Europa
Amici,
ebbene ci siamo, siamo ormai prossimi all'ambito traguardo dell'Europa della moneta unica.
Chi l'avrebbe pensato, così, solo un anno fa!
Ora però noi dovremmo dire, un attimo solo prima di entrare: NO, GRAZIE.
Nell'Europa della Germania (e della Francia), la nostra dignità di eguali tra eguali sarebbe certamente codificata dalla carta scritta, ma sarebbe, anzi lo è di fatto, offuscata dall'arroganza e dal preconcetto, talora non proprio infondati.
La creatività, che è la nostra risorsa principe, la ragione della serenità del nostro spirito, ne uscirebbe soffocata.
La pendenza della montagna che stiamo scalando è forte, i nostri muscoli sono rafforzati dall'esercizio e dal cuore; quale infelicitàritrovarci ad affrontare lo sguardo di una autorità diffidente nella nostra stessa casa, quale tristezza vedere sviliti i risultati dei nostri sforzi solo perchénostri e non perché indegni di giusto apprezzamento! I mercati finanziari non possono ragionevolmente abbandonarci più di tanto, dal momento che avremmo, di fatto, tutte le carte in regola.
Noi vogliamo, per ora, continuare la scalata da soli. Nell'Europa ci vogliamo entrare, dopo, da una posizione più"in quota".
___
http://www.losio.com/rue/QualeEuropa..html

Silver ha detto...

Che avete bisogno di fonti per capirlo? Continuate a stare con i prosciutti sugli occhi? Tanto tra poco altro che prosciutti, non avrete manco più gli occhi per piangerli i prosciutti.

huckleberry ha detto...

questo è un video sul canale di grillo dove risponde ad uno studente

http://www.youtube.com/watch?v=cSP5G89QhOk&feature=player_embedded

Serafino ha detto...

Oh, finalmente qualcuno comincia a capire. Era ora.
E adesso rileggete tutti i passi dell' attuale governo monti con una chiave diversa

P.S. @gaston davvero interessante

Serafino ha detto...

E che dire di monti in Cina ad elemosinare soldi. La BCE ha dato soldi alle banche che non ritornano alle aziende. Il nazismo nasque e si sviluppò proprio per colpa delle banche e degli ebrei affaristi.
Gli italiani dovrebbero svendere la loro cultura, i sacrifici di molti che lottando hanno garantito un futuro equo alla comunità ai cinesi. Proprio ai cinesi che hanno distrutto il tessuto imprenditoriale della piccola media impresa italiana copiando, facendo entrare illegalmente prodotti, pomodori "made in china" ecc.. ai cinesi che mangiano cani.
Ai cinesi che lavorano sfruttati nel loro paese 14 ore ed in Italia vivono dormono e mangiano nel loro stesso posto di lavoro.
Ma ste cazzo di banche come vedono il mondo ?
Il nazismo nacque su questi stessi presupposti.

Kalsifer ha detto...

La Febbre di Febbraio diventa la Follia di Marzo: le dimissioni di massa dei banchieri continuano senza sosta

Davide Tamanini ha detto...

credo il video sia qui, non lo ho ancora verificato!
http://ec.europa.eu/avservices/ebs/schedule.cfm

@Silver: nel marasma di disinformazione che gira preferisco essere sicuro di quel che dico e sostengo...una bugia sarebbe tale qualsiasi sia la posizione che una persona tiene.
Sono d'accordo che siamo messi male. Appunto per questo servono certezze.

delo ha detto...

Perché oltre ai fatti che viviamo quotidianamente ci vogliono altre prove?

Ettore Marini ha detto...

anch'io vorrei il video dell'incontro, non perché abbia bisogno di fonti per capirlo, il post è già molto esplicito; ma per divulgarlo con una base di credibilità, perché se lo faccio girare e come fonte ho...uno pseudonimo, che attendibilità può avere??