venerdì 23 marzo 2012

Le sanzioni illegali di Equitalia

Equitalia ha applicato sulle contravvenzioni non pagate un interesse del 10% non dovuto. In sostanza le cartelle inviate dall'esattore di Stato sono nulle. Ovvero, illegali. Lo stabilisce una sentenza della Cassazione datata 2006. Ecco esposte le motivazioni che stanno alla base della sentenza:  "Il ricorso è manifestamente infondato.
Infatti alle sanzioni, come nella specie stradali, si applica l’art. 203 C.d.S., comma 3, che, in deroga alla L. n. 689 del 1981, art. 27, in caso di ritardo nel pagamento della sanzione irrogata nell’ordinanza – ingiunzione, prevede, l’iscrizione a ruolo della sola metà del massimo edittale e non anche degli aumenti semestrali del 10%. Aumenti, pertanto, correttamente ritenuti non applicabili dal G.d.P., peraltro con motivazione errata, che va quindi corretta in conformità all’enunciato principio. Al rigetto del ricorso, segue la condanna alle spese." Sanzioni illegali, tassi ai livelli usurai, cartelle nulle. Equitalia pretende di riscuotere tasse che non gli dobbiamo!

5 commenti:

Ernesto ha detto...

Dovresti fare un post sui costi della giustizia. Monti e Tremonti hanno raddoppiato il costo del contributo unificato, anche per ricorrere contro una multa devi pagare 35 euro col rischio che non ci sia la condanna delle spese a favore.


http://amicodeltrota.blogspot.it/

magnum ha detto...

DI COSA CI MERAVIGLIAMO.ORMAI LE COSE VANNO COSI'.E SE QUALCUNO RIESCE AD AVERLA VINTA MEGLIO,MA E' LA MINORANZA E POI SARA' SEMPRE SEGNALATO

scidox84 ha detto...

Non possono fare come vogliono e applicare interessi senza motivo. però sono dell'opinione che lo stato dovrebbe applicare leggi molto più severe per l'evasione fiscale, bisognerebbe fare delle proposte concrete come quella fatta in quest'articolo .

lorry ha detto...

Grazie mille per l'informazione; ho un parente che non riusciva a a pagare le cartelle; ora sappiamo come fare. :-)

magnolia ha detto...

strozzini legali