venerdì 20 aprile 2012

Berlusconi in aula: "Il Bunga Bunga erano solo serate burlesque"

E Silvio Berlusconi arrivò in aula. Per ascoltare di persona le testimonianze delle partecipanti ai festini di Arcore sul caso Ruby e forse per rassicurarle: "papà" non si è scordato di loro... "Le mantengo perchè hanno avuto la vita rovinata da questi processi" ha dichiarato Silvio che ha aggiunto: "Le donne sono per loro natura esibizioniste e si trattava solo di "cene eleganti" dopo di ché si scendeva al piano sottostante in un locale che era la vecchia discoteca dei miei figli per delle gare di burlesque"...
Beh sul concetto di eleganza e di "naturale esibizionismo delle donne" ci sarebbe da dire molto, ma come non commuoversi per la "comprensione" con cui Berlusconi continua a mantenere le compagne di giochi al burlesque (e per tappar loro la bocca).
Intanto ha parlato in aula Giorgia Iafrate, funzionaria di polizia alla questura di Milano e coinvolta nel processo: "Ruby mi confessò subito che non era la nipote di Mubarak (ma va!) ma che a volte si fingeva tale. Non ci fu nemmeno bisogno di attivare il canale diplomatico". E meno male, verrebbe da aggiungere, visto che di figure di merda ne abbiamo già fatte abbastanza. Ma allora perchè fu rilasciata minorenne nelle mani della Minetti che la portò in una casa dove volevano costingerla a prostituirsi...!??





2 commenti:

Ernesto ha detto...

A proposito dello scandalo Lega:
parliamo di BUONITALIA, carrozzone che promuove solo i prodotti del Nord.
Del signor ZAIA nessuno dice nulla?
http://amicodeltrota.blogspot.it/2012/04/spot-solo-per-il-nord-con-soldi.html

Pinuccio, marittimo, leghista romano disadattato ha detto...

A proposito dello scandalo del Bunga Bunga:
ricordate quel film con Tognazzi "l'abbuffata" ? E che cazzo c'entra, qualcuno si chiederà ?
Davvero non lo so.